Ovarda (Torre d') Via Hatz, Parete N

L'itinerario

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1446
quota vetta (m): 3075
dislivello complessivo (m): 1630

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: tapion
ultima revisione: 10/10/11

località partenza: Cornetti (Balme , TO )

punti appoggio: Bivacco Gandolfo

cartografia: IGC Valli di Lanzo e Moncenisio

bibliografia: Alpi Graie Meridionali

descrizione itinerario:
Partire da Balme (Cornetti) per il sentiero per i laghi verdi.
Dal lago verde inferiore proseguire per il bivacco Gandolfo, dove si sale per vaste pietraie lungo la base della Costa Piana, fino all'imbocco del profondo canalone scendente dal Passo del Canalone Rosso. Risalirlo fino al punto dove, a sinistra, confluisce il canale scendente dal Colletto d'Ovarda (tra punta centrale e occidentale). Salire il canale prestando attenzione alla possibile caduta pietre. Giunti sulla fascia centrale caratterizzata da ampi pendii ghiaiosi, attraversarla da ovest a est, oltrepassando un tratto di glacionevati, fino alla base del ripido crestone roccioso che sale alla vetta. Salirlo con facile arrampicata e nell'ultimo tratto piegare lievemente a sinistra e per un canale si guadagna la punta centrale (3075 m) con l'ometto di vetta.
(Relazione tratta da 'Alpi Graie Meridionali')
Non ci sono passaggi obbligati e le difficolta' non superano mai il terzo grado.
Qualita' della roccia abbastanza buona.
Dall'ometto della punta centrale, discesa alla meglio per la parete Sud e rientro per il Colle di Costafiorita e Ghicet Paschiet.
Evitare invece di percorrere la cresta della Torre d'Ovarda, dove la qualita' della roccia e' invece scarsa.