Mazzaspitz - 3164 m Cresta S

sentiero tipo,n°,segnavia: Tracce di sentiero . Nessun segnavia
difficoltà: EEA   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2120
quota vetta/quota massima (m): 3164
dislivello salita totale (m): 1040

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: frix54
ultima revisione: 04/10/11

località partenza: Juf Avers (Avers , Hinterrhein )

note tecniche:
Introduzione:
Il Mazzaspitz si trova nel Canton Grigioni, nella Val d´Avers. E´ una montagna imponente, bella se vista da S, ricoperta da rocce di ardesia verde, con una bella calotta. Assieme al vicino Jupper Horn forma un vero e proprio massiccio che domina tutta la valle e oltre. Dopo il Piz Platta è anche la cima più elevata di questa regione ed è quindi molto panoramica. La salita è facile (F) se la montagna è in buone condizioni, il punto chiave è il passaggio che permette di salire sul dorso della cresta S. Ometti in loco.
Accesso:
A Bellinzona (Canton Ticino) si prende la superstrada per il Passo del San Bernardino che continua poi nella Rheinwald, si oltrepassano gli abitati di Splügen e Sufers e si giunge poi a Rofla, dove si prende la deviazione per la Val Ferrera e Avers, dopo aver risalito tutta la valle si giunge a Juf che è il paese Svizzero più in alto abitato tutto l´anno.

descrizione itinerario:
Descrizione della salita:
A Juf in prossimità del torrente Müllibach si prende il sentiero segnalato che sale verso ENE. Dopo alcuni tormanti, verso (q. 2350 m), si segue la deviazione che in direzione NNW conduce nell´avvallamento a SE del Mazzaspitz. Si prosegue nell´avvallamento seguendo le tracce di un sentiero segnalato, fino a circa (q. 2700 m), dove si abbandonano le tracce segnalate che salgono verso la Fuorcla da Faller e si prosegue invece, con percorso logico, in direzione della cresta S del Mazzaspitz. Risalendo i pendii detritici si affianca il versante NE della (q. 2941 m) e tralasciata una prima rampa con ripide placche che conduce ad una sella a NW della quota citata, si sale ancora sul pendio per circa 50 metri, fino a quando, verso sinistra, una seconda rampa detritica permette di raggiungere l´imbocco di uno stretto canale. Proprio all´inizio dello stretto canale, per mezzo di una cengia verso sinistra, si arriva sul dorso della cresta S. Si sale inizialmente sul largo dorso per poi aggirare un risalto della cresta sul facile versante W, seguendo alcuni ometti e tracce di sentierino si ritorna poi sul filo di cresta che si segue, senza particolari difficoltà, fino in vetta.
Discesa:
Come per la salita. Bello fare il giro dei laghi di Flueaseen sino allo Stallenberg per un bel sentiero. Dal passo si scende rapidamente a Juf.
Libro di vetta: no