Vallonetto (Cima del) dal Rifugio Scarfiotti per la Punta Galambra ed il Truc Peyrous

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2620
quota vetta/quota massima (m): 3222
dislivello salita totale (m): 811

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Tini
ultima revisione: 03/10/11

località partenza: Rifugio Scarfiotti (Bardonecchia , TO )

punti appoggio: Rifugio Scarfiotti 2165 m

cartografia: Carta 1:25000 Alta Valle Susa Fraternali Ed.

note tecniche:
A Bardonecchia si prende la deviazione per Rochemolles e si prosegue fino al rifugio Scarfiotti.
E' anche possibile partire dalla quota 2620 m. al fondo del Pian dei Frati, ma è consigliabile solo con un fuoristrada o auto adeguata allo stato della carrozzabile.
Il dislivello complessivo della gita si intende con partenza da quota 2.620, aggiungere 460mt con partenza dallo Scarfiotti.

descrizione itinerario:
Dal fondo del Pian dei Frati (Cartello che indica il sentiero a quota 2.620) si imbocca il sentiero in direzione sud-est verso il passo dei Fourneaux nord.
Il sentiero passa accanto ad un piccolo lago nel Vallon du Fond e raggiunge un pianoro a quota 3.050 circa oltre il quale vi è da superare un’ultima rampa ripida per giungere al colle. Questa rampa, esposta a Nord, può risultare impegnativa in caso di neve ghiacciata.
Giunti al colle (m.3137) si segue la cresta a destra e brevemente si risale su una cima innominata (Quota 3158). Da questa cima si apre un bel panorama su tutta la conca del Galambra.
Si discende fino al colle dei Fourneaux centrale, e da qui con piccoli sali-scendi si continua in cresta fino alla Punta Galambra, passando per il Colle dei Fourneaux meridionale ed il ricovero Galambra (In cattivo stato di conservazione).
La Punta Galambra (m.3122) si raggiunge prima per facili sfasciumi poi per facili roccette della Punta Galambra).
Dalla punta Galambra si scende fino al Passo Galambra (3078 m) e da qui in direzione sud, si risale per fini sfaciumi (compatti, nessun problema a progredire) oppure attraverso i nevai fino alla spalla della Cima del Vallonetto, ben visibile ad Ovest una volta giunti su un grande pianoro a quota 3170 circa.
Giunti sulla spalla della Cima del Vallonetto si abbandona la cresta (Rocciosa) per proseguire brevemente alla base delle pareti sul versante Sud. La traccia porta poi a riprendere la cresta con facili roccette poco prima di giungere alla cima. Bisogna prestare attenzione all’uscita sulla cresta in quanto vi è un passaggio di 3 metri esposto. La difficoltà è nell’esposizione, non nell’arrampicata, elementare.
In alternativa a questo passaggio si può pensare di attraversare i ghiaioni sotto la cima (Sempre dal versante sud) e risalire in cresta su un ripido canalino (Evidenziato nelle foto).
Ritornando dalla cima è consigliabile percorrere la cresta sud del pianoro sottostante la Cima del Vallonetto, che offre un bel panorama sulla Valle di Susa e le bastionate rocciose del Seguret.
Sempre su questa ampia cresta, senza aumentare di molto il dislivello, si giunge in poco tempo al panoramico Truc Peyrous (3.189m)
Da qui si scende al Passo Galambra e con breve risalita ci si riporta sulla cresta percorsa all’andata, completando l’anello.
Giunti al Passo dei Fourneaux centrale si può evitare la risalita fino a quota 3.158 ed attraverso i ghiaioni (Traccia poco marcata) portarsi sulla traccia percorsa in salita a quota 2.950 circa.