Zemola (Val) Giro dei rifugi da Erto

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 1758
dislivello salita totale (m): 800

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura

contributors: lancillotto
ultima revisione: 26/09/11

località partenza: Casera Mela (Erto e Casso , PN )

punti appoggio: rif. Cava Buscada - rif. Maniago

cartografia: carta tabacco nr 021 - Dolomiti Sx. Piave

bibliografia: Fradeloni Sergio - Dolomiti Sinistra Piave

note tecniche:
i rifugi della valle sono aperti solo nei fine settimana fino a fine ottobre.
La strada della Val Zemola è molto dissestata ma percorribile con attenzione.
Per chi va in Val Cimoliana: si paga il pedaggio fino alla 2a domenica di ottobre. L'orario stabilita dalla delibera comunale è dalle 7 alle 16 (sab/dom) ma in realtà l'addetto è già presente almeno 15 minuti prima e FA PAGARE.

descrizione itinerario:
Da Erto seguire le indicazioni Val Zemola. Parcheggio ampio nei pressi del nuovo rifugio Casera Mela. Salire per la forestale x circa 15'fino a trovare il sentiero segnalato in rosso su un sasso (SENTIERO DELLA CAVA) che sale ripido ma comodo fino a uscire nelle vicinanze del bel rifugio Buscada (www.cavabuscada.com): vasto panorama sulle cime e la valle, camosci e marmotte sempre presenti sui vasti pratoni.
Scendere verso la galleria, seguire ancora per poco la forestale finoa trovare il sent. che in 20' porta al bivacco Casera Bedin di fronte all'imponente Monte Duranno.
Dalla casera scendere ripidamente nel bosco per poi traversare con vari saliscendi (sent. scomodo per radici e sassi scivolosi sopratutto se bagnato) tutta la testata della valle. Si trova l'indicazione per il sent. alpinistico Zandonella e + avanti la discesa diretta per Erto. Proseguire in costa e nel bosco fino alla bella radura dove sorge il rif. Maniago.
Da qui si può proseguire uleriormente fino al biv. Casera Galvana (tavolato, no coperte, focolare e tavolo)e scendere fino a Pian Mandriz e al parcheggio concludendo la traversata completa della Val Zemola.