Castore Traversata SE-NO

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2727
quota vetta (m): 4225
dislivello complessivo (m): 1498

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: b.bepun
ultima revisione: 13/09/11

località partenza: Colle Bettaforca (Ayas , AO )

punti appoggio: RIF.Q.SELLA-RIF.GUIDE VAL D'AYAS-RIF.MEZZALAMA

cartografia: MONTE ROSA,ALAGNA V., MACUGNAGA, GRESONEY- IGC- 1:25000

note tecniche:
Auto a parcheggiata a S.Jacques, taxi da qui sino al colle di Bettaforca m. 2727 (euro 50 in 3 persone)

descrizione itinerario:
Primo giorno - dislivello 859 mt
Dal colle di Bettaforca si segue il marcato sentiero n. 9 che si porta sulla cresta e che tocca in breve il Passo della Bettolina, 2905 m. si continua sull’ampia dorsale sino alla confluenza del sentiero che sale dal Pian di Verra, proseguendo poi sul sentiero n. 9 (segnato con un miliardo di bolli e tacche gialle…) si giunge all’aerea cresta finale.
Questo tratto è attrezzato con grosso canapone che tra creste esposte e una ripida rampa da’ accesso al pianoro del rifugio Quintino Sella (mt. 3586).

Secondo giorno - dislivello 640 mt
dal rifugio si rimonta il ghiacciaio del Felik in direzione nord, passando alla base della punta Perazzi.
Si volge di quindi poco a Dx, per portarsi verso il ripido pendio nevoso sotto il Colle del Felik: lo si risale diagonalmente a dx, per tornare a sx e guadagnare il valico a quota 4061.
Si va poi a nord ovest e si segue la aerea cresta di frontiera, sottile in alcuni tratti, e si tocca infine la vetta.
La vista, in una giornata serena, e' mozzafiato! Monviso, GranParadiso, Grivola, Rutor, Bianco, Jorasses, Grand Combin, Cervino, Breithorn, Lyskamm, Vincent.....

Discesa:
Si discende in dir. Nord sulla ripida ed esile crestina che dalla cima, dopo alcuni metri porta all’intaglio da dove ci si cala sul versante N.O.(45/50° per 20/30 m.) sino alla crepaccia terminale che si supera, in buone condizioni, con facilita’. Da qui si prosegue a zig-zag sul pendio che diventa man mano meno ripido sino al colle di Verra che separa il Polluce dal Castore, continuando poi sul Ghiacciaio di Verra, passando fra i numerosi crepacci (in mancanza di traccia o nebbia porre molta attenzione…) sino al rifugio delle Guide della Valle d’Ayas loc. Lambronecca m.3420 dove noi ci siamo fermati per la notte per fare l’indomani il Polluce. Nel nostro caso ossia il giorno dopo, da qui si scende prima per il ripido sentiero n. 7 attrezzato con corde, per continuare poi su pietraia e risalti rocciosi sino al rif. Mezzalama m. 3030, da qui su evidente traccia sulla dorsale morenica, poi il sentiero scende per prati sino al pian di Verra superiore m.2382, dove passa la strada che scende a S.Jacques. Noi da qui abbiamo preso il Taxi sino al paese assieme ad altri due alpinisti con cui abbiamo diviso la spesa e che saluto.