Lagazuoi Nord Via del Drago

L'itinerario

difficoltà: 5c / 5b obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 2504
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura
3 : 60% di copertura

contributors: Puzzole ziocharli
ultima revisione: 22/06/12

località partenza: Passo Falzarego (Cortina d'Ampezzo , BL )

punti appoggio: Rifugio Lagazuoi

cartografia: Tabacco, foglio 07

bibliografia: Arrampicare a Cortina D'Ampezzo e dintorni (Mauro Bernardi) o il Dinoia

accesso:
Dal rifugio Lagazuoi seguire il sentiero 20b in direzione della ferrata Tomaselli e del Bivacco Della Chiesa. Arrivati in prossimità del Lagazuoi Nord, reperire una fessura camino al centro della parete, con friend Camalot verde incastrato.

note tecniche:
Itinerario interessante che con grande astuzia scopre e segue i punti più deboli della parete. Roccia sempre più buona man mano che si sale tranne alla base della seconda lunghezza del gran diedro. Itinerario da percorrere solo con condizioni asciutte. Il tiro chiave è una piccola fessura su roccia gialla seguita da un lungo traverso a sinistra.

Sviluppo: 330m (12 tiri, alcuni dei quali si possono unire).

Materiale: NDA, diversi cordini per allungare le protezioni, una scelta di friend medi (anche doppi) - soste tutte attrezzate (da rinforzare), pochi chiodi in parete ma nei punti essenziali.

descrizione itinerario:
Relazione: vedi foto allegate (La relazione di Bernardi è un pò sottostimata, molti tratti di V- e V dove è riportato IV e IV+). Tratti fino al VI- sostenuto (non farsi ingannare dalla difficoltà espressa dalla scala francese...).

N.B. Alla fine del tiro chiave e del traverso verso sinistra, non sostare subito ma alzarsi nel diedro successivo fino alla buona sosta seguente (3 chiodi). Non proseguire per il diedro successivo al chiodo con cordino e moschettone!!! Abbassarsi poi (friend camalot incastrato) a sinistra per alcuni metri, V-, fino ad atraversare successivamente (1 chiodo) su facile cengia a sinistra (sosta, 2 chiodi e 1 friend incastrato). Il secondo di cordata può scendere a corda tesa (moschettone in sosta).


DISCESA
Seguire verso destra (faccia alla parete) la cengia e di seguito la cresta fino alla forcella fra il Lagazuoi Nord e quello Sud (ometti e tracce), passaggi di I°-II° su sfasciumi. Attenzione!! Arrivati alla forcella seguire sentiero di guerra e infine il ghiaione slavato fino all'attacco (0.40h)

altre annotazioni:
C. Barbier, A. Giambisi, C. Platter - 26 settembre 1969