Malatrà (Guglia di) per Guglia di Artanavaz e cresta

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1750
quota vetta (m): 3142
dislivello complessivo (m): 1392

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: luciastrek
ultima revisione: 27/08/11

località partenza: Planaval (La Salle , AO )

punti appoggio:

cartografia: igc monte bianco

note tecniche:
Gita su terreno misto sentiero, pietraia, ghiaioni, e per alcuni tratti mancanza sentiero.In solitaria alla ricerca di valli e luoghi poco conosciuti.

descrizione itinerario:
Da Planaval seguire strada sterrata che porta al alpe Les Ecules (1880) attraversare ponte di legno sulla dx e proseguire lungo sentiero ben marcato che conduce alla Capanna Bonalè (2340), proseguire tenendosi sulla dx del vallone in direzione del torrente che scende dal lac Bonalè(traccia di trattore poi sentiero appena marcato),raggiunto il torrente si sale la sponda (sx idrografica) per una cinquantina di metri per poi attraversare (ometti) e proseguire sulla sponda (dx idrografica) superare il ripido tratto che porta al ripiano superiore dove inizia la pietraia.
Stare sulla sx ogni tanto ometti fino al successivo ripiano da dove si scorge la guglia di Artanavaz, puntare in direzione dell'evidente sentiero che zigzagando porta alla cima,circa 3.00 ore 3.30.
Da quì inizia il tratto più impegnativo, seguire la cresta in direzione sud superando brevi tratti di arrampicata fino sotto la guglia di Malatrà, aggirarla sulla dx perdendo un pò di quota, fino ad incontrare canalone che scende nel vallone di Malatrà (prestare attenzione tratto ripido e mobile un poco esposto). Risalire il canale fino alla sommità, proseguire sulla sx per placche inclinate o cresta fino alla cima. Il ritorno dalla stessa via oppure scendendo il ripido versante in direzione lac Bonalè fino a ricongiungere la via.