Eldorado El Maestro

difficoltà: 7a+ / 6c obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1960
sviluppo arrampicata (m): 560

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: berni
ultima revisione: 26/08/11

località partenza: Piazzale grimsel Hospiz (Guttannen , Oberhasli )

punti appoggio: Grimsel Hospiz

bibliografia: ARRAMPICARE IN SVIZZERA Ed. Versante Sud - luglio 2004; Plaisir West 2004

note tecniche:
560m/circa; 7a+; 6c obbl. S3
(i gradi dati qui sono quelli da noi riscontrati e divergono su L1 data 5b e L6 data 6b/c dalla guida, e sull’obbligatorio, dato 6b!). Anche l’impegno della “valutazione estesa” non è il dichiarato S2+!
Diversamente da ciò che è riportato dalla guida nuts e friends non servono se non un paio di medi per L6...ed un micro per l’uscita di L7.
10 rinvii, corde da 60. Le soste, salvo un paio, non sono collegate.

Note: Via che alterna tiri bellissimi ad altri che, se pur belli, son davvero poco logici e...votati alla ricerca del difficile zigzagando qua e la... Tutti i tiri, a parte il 1°, il 9° e l’ultimo, non scandono mai sotto il 6a e sono impegnativi sul piano psicologico, meglio avere un buon 6c in placca per godersela; questo non per tirarsela ma per non trovarsi sorprese poco gradite a metà tra due fixe...

Una ritirata è possibile calandosi sulla vicina MOTORHEAD, che ha le soste attrezzate per le doppie, o uscendo sulla stessa, più facile e veloce....

descrizione itinerario:
Dal piazzale del Grimsel Hospitz scendere alla diga, traversarla, entrare in una sorta di casupola salirne le scale all’interno e seguire l’evidente sentiero tra saliscendi vari, utile una pila per la galleria che by-passa lo sperone che scende nel lago. Prima di arrivare alla parete si incrocia sulla Dx il sentiero di discesa ed appena sopra un pietrone a tetto che funge da bivacco. Conviene lasciare li gli zaini per riprenderli al ritorno senza dover tornare all’attacco della via. Dopo aver posato gli zaini continuare sin sotto la parete ed appena possibile risalire il pendio, ometti.
I nomi delle vie sono scritti alla base.

La Via attacca un po’ più in basso ed a Sx di MOTORHEAD lungo una fessurina erbosa che porta sotto un evidente tetto, scritta in rosso a 4 metri da terra poco evidente.

L1) seguire la fessurina erbosa e superare un muretto, 4c

L2) facile partenza sin sotto un muretto, con fixe e cordino, che va aggirato a Sx, sosta sopra un secondo muretto, 6a

L3) superare una lunga placca con chiodatura fotonica...alla faccia dell’S2+...6a+

L4) placche e muretti, andare a Sx per la sosta, 6a+

L5) primo fixe lontano, vaga fessurina e traversare a Sx puntando ad un fixe con lunga fettuccia marcia appesa, bellissima placca a micro reglette con chiodatura...spaziata, 6a+

L6) primo fixe in alto a Dx, non puntare al secondo un paio di metri al di sopra ma traversare ancora a Dx ad una bella lama fessura alla cui fine è presente un terzo fixe, diedrino e fessurina, poi muretto e sota, 6a/6a+ (questo tiro nella guida è dato 6b/c ???).

L7) si è ora sotto il tiro chiave di 7a+, 40m circa e 9 fixe, qui l’obbligatorio è un buon 6c e non il 6b dichiarato e neanche tanto vicino ai fixe. Dall’ultimo fixe per arrivare in sosta bisogna andare a prendere la fine fessura nel diedro a Dx...bel runout...

L8) seguire la fessurina sino al prim o fixe e scegliere se andare al fixe in alto a Dx o a quello lontanissimo a Sx per poi tornare a Dx...chiodatura assolutamente illogica, il runout per andare a quello di Sx è notevole e si cade anche male, ma non si capisce come andare a quello di dx...hahahaha...bel casino! 6b/c!

L9) tiro facile con mureto da aggirare da sx a dx, 4a

L10) muro lisciato dall’erosione e primo fixe altissimo, conviene aggirarlo da Dx a Sx, runout più lingo ma più facile, piccolo diedro e sosta, 6a

L11) diritti sin sotto un arco e salire il muretto nero per traversare decisamente a Dx puntando alla sosta alla base del diedrone di MOTORHEAD, lungo tratto sprotetto, 6b

L12) primo fixe in alto a dx, difficile capire come andare a prenderlo! Poi bellissimo muro con belle prese verticali, 6b

L13) altro bellissimo muro con chiodatura...spaziata, compreso arrivare al solito primo fixe, dove la difficoltà molla i 2 fixe sucessivi sono lontanissimi ma le prese ed appoggi anche se non si vedono dal basso...ci sono! 6b

L14) alzarsi dalla sosta e per facili placche sprotette alla sommità, 3c.

Discesa: dall’ometto d’uscita seguire altri ometti giù per un canale a Dx guardando la parete. Massima attenzione se bagnato! Si seguono le traccie sino ad un ulteriore canale che sembra impossibile scendere specie se umido (quasi sempre), a Dx, scendendo, su uno spuntone ci sono dei cordini per doppia, conviene farla. Sempre per canali, tracce, scivoli d’acqua e paludi arrivare ad una zona boschiva, cercare un passaggio tra di essa e riprendere il vago sentiero tra rigagnoli vari. Alla fine si arriva al bivacco sotto il pietrone dove si sono lasciati gli zaini (sempre che all’andata lo si sia trovato!). 1 ora buona.