Lyskamm Orientale - Lyskamm Occidentale cresta Perazzi e traversata

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1810
quota vetta (m): 4527
dislivello complessivo (m): 2717

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: beppeleo52
ultima revisione: 16/08/11

località partenza: Bettaforca/Staffal (Gressoney-la-Trinitè , AO )

punti appoggio: Rifugio Quintino Sella 3585 m

cartografia: IGC Monte Rosa

bibliografia: CAI TCI Monte Rosa, G.Merlo Alpinismo in Val D'Ayas

note tecniche:
Attrezzatura da alta montagna qualche fettuccia.
Casco consigliato sulla cresta.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Quintino Sella, seguire verso NE la traccia per il Passo del Naso e la traversata alla capanna Gnifetti.Attraversare verso E gli ampi pianori del Ghiacciaio del Lys occidentale e portarsi verso il bordo sinistro orografico della grande seraccata che scende dalla "sella dei Lyskamm" (2.00/2.30 h).Attaccare le rocce a destra (salendo) della grande seraccata dove sembra più accessibile (passaggi di I° II°); roccia cattiva in questa prima parte. Salire portandosi gradatamente a sinistra (salendo) fino sul filo, avendo a sinistra la conca nevosa tra i due Lyskamm.Scalare la cresta preferibilmente sul filo o un pò a sinistra senza passaggi obbligati(max. II°+/ III°-),si giunge al culmine roccioso chiamato "Segnale Perazzi"/2.00/2.30 h).Da qui si incontra una breve crestina nevosa, che si segue fino a raggiungere la cresta di confine; seguendola a destra in 1/4 h si arriva in cima al Lyskamm orientale 4527 m (da 5.30 a 6.00 h dal rifugio)Ritornare sui propri passi, seguendo verso ovest la cresta di principale,tra brevi passaggi rocciosi ed esili crestine nevvose non difficili se tracciate, in circa 1,30 h si arriva alla punta occidentale 4481 m. Da lì, sempre per cresta all'antecima, poi, a seconda delle condizioni, seguire la cresta, oppure scedere per il ripido pendio che si abbassa alla quota 4214 m. Ancora un'ultima crestina e poi direttamente verso il Colle del Felik 4061 m. Attraversare tutto il pianoro solitamente tracciato, infine verso il rifugio Quintino Sella. (tot 9.00/10.00 h circa).