Monch traversata del Grosser Aletschgletscher da Fiesch

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1050
quota vetta (m): 4099

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: dani65nord
ultima revisione: 03/08/11

località partenza: Fiesch (Fiesch , Goms )

punti appoggio: Konkordiahutte-Monchsjutte

descrizione itinerario:
1° giorno
Da Fiesch (1050 m), si sale con la funivia dell'Eggishorn alla stazione intermedia di Kuhboden (2221 m). Da qui si segue un ampio sentiero verso nord-est attraverso la Fiescheralp sino ad oltrepassare la cresta nord-est dell'Eggishorn tramite una galleria. Si scende verso il Grosser Aletschgletscher e lo si raggiunge nei pressi del piccolo laghetto glaciale del Marjelensee (2300 m). Si sale lungo il ghiacciaio verso nord-nord-ovest mantenendosi sempre preferibilmente sulla destra rispetto al centro della vasta superficie glaciale; si punta, in direzione del lontano ma già visibile sperone roccioso del Fiescher Gabelhorn dove si trova la Konkordiahutte. Risalito lungamente il ghiacciaio si giunge ai margini dell'amplissima distesa glaciale del Konkordiaplatz, il punto di incontro del Grande Aletschfirn a ovest, lo Jungfraufirn a nordovest e il Ewigschneefeld (Campo eterno innevato) a nord. Qui occorre spostarsi verso il margine del ghiacciaio, fino a raggiungere l'inizio del tratto attrezzato con varie scale che portano alla Konkordiahutte (2850 m). 750 m 10 km 5 ore.
2° giorno
Dalla Konkordiahutte, dopo essere ridiscesi lungo il sentiero attrezzato al Konkordiaplatz lo si attraversa restando sulla destra puntando verso nord-ovest in direzione dello Jungfraufirn e dello Jungfraujoch. Si lascia sulla propria destra il Gruneggfirn ed in seguito, aggirata la serraccata sulla destra si risale tutto l’Ewigschneefeld, lasciando sulla destra il Gross e l’Hinter Fiescherhorn, fino all’Obere Monchsjoch (3627 m) e quindi alla Monchsjutte (3650). 950 m 8 km 7 ore.
3° giorno
Dalla Monchsjutte si scende lungo l’ampia pista per lo Jungfraujoch fino allo Sperone Sud della cresta sud-est, che si risale fino alla cima del Monch (4099). La salita è breve, ma da non sottovalutare per tratti esposti su neve/ghiaccio di 45°, un breve salto verticale di II ed una crestina finale molto sottile ed esposta. I punti più critici sono ben attrezzati con vari fittoni. Dalla vetta si ridiscende per tutta la cresta fino a riportarsi sul largo sentiero che conduce allo Jungfraujoch 3570m. Da qui, percorrendo il ghiacciaio Jungfraufirn, e accompagnati dalla vista spettacolare sullo Jungfrau e sulla nord dell’Aletschhorn, dopo 7 km si ragiunge Konkordiaplatz. Percorrendo a ritroso l’itinerario del primo giorno si perviene alla stazione di Kubhoden, ultima corsa alle 18.30 e poi corsa serale delle 22.00, ma solo a luglio e agosto. 700 m 15 km 14 ore
I tempi e i km riportati sono solo indicativi, poiché gran parte dell’itinerario si svolge su una distesa glaciale con numerosissimi crepacci che molto spesso devono essere aggirati.