Camarda (Pizzo di) dal Ponte della Lama, per il rif. Antonella Alessandri Panepucci

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1400
quota vetta/quota massima (m): 2332
dislivello salita totale (m): 1000

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 08/07/11

località partenza: Passo delle Capannelle, Ponte della Lama (Pizzoli , AQ )

punti appoggio: Rifugio Antonella Alessandri Panepucci

cartografia: Gran Sasso - Atlante dei sentieri - SER edizioni

bibliografia: A piedi in Abruzzo di Stefano Ardito Vol. I

note tecniche:
Il Pizzo di Camarda m. 2432, è la terza cima che si incontra sulla lunga cresta che inizia dal passo delle Capannelle e termina alla Sella di Monte Aquila.

descrizione itinerario:
Salendo la SS 80 da Teramo, poco prima di raggiungere il Passo delle Capannelle, al km. 26,3 si stacca a sinistra una stradina secondaria asfaltata, con grosse buche su percorso, da seguire fino a trovare la sbarra di limitazione al traffico, peraltro aperta; parcheggiare l’auto. Percorrere a piedi ancora un breve tratto di strada asfaltata, deviare a destra su una sterrata che sale nel bosco, poco dopo bivio, andare a sinistra e si raggiunge un bivio con un cartello di regolamentazione della raccolta funghi, seguire il ramo alto del sentiero che in breve esce dal bosco, e seguendo i bolli di vernice bianco-rossa porta al Rifugio Antonella Alessandri Panepucci, seguire il sentiero che con un traverso verso est raggiunge la Sella del Belvedere proseguendo nella stessa direzione su un sentiero che solca il versante nord del Monte Jenca e giunge alla Sella del Piano di Camarda, seguendo il sentiero sulla cresta si raggiunge il Pizzo di Camarda m. 2332. Per la discesa ritornare sullo stesso percorso di salita, oppure quando si è giunti alla Sella del Piano di Camarda, piegare a destra e scendere su sentiero il versante nord e raggiungera la Masseria Vaccareccia nel Vallone del Chiarino e da queste, piegando ad ovest su una specie di sterrata prima e sentiero dopo, sotto una maestosa foresta di faggi si raggiunge il sentiero di salita all’altezza del cartellone di regolamentazione della raccolta funghi e da questo in breve all’auto.