Aroletta (Col de l') da Ruz per il versante E

sentiero tipo,n°,segnavia: Segnato sino al bivacco Spataro
difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1690
quota vetta/quota massima (m): 2860
dislivello salita totale (m): 1170

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: benedetto
ultima revisione: 07/07/11

località partenza: Ruz (Bionaz , AO )

punti appoggio: Rifugio Crete Seche, Bivacco Spataro

cartografia: Valpelline, Carta dei Sentieri, l'Escursionista editore

bibliografia: Buscaini Alpi Pennine, vol. I

note tecniche:
Aperto tra l’Aroletta inferiore e la Vierge, mette in collegamento la comba di Faudery ad Ovest con quella di Crete Seche ad Est.
Il versante occidentale è alpinistico.

descrizione itinerario:
Da Ruz si raggiunge il rifugio Crete Seche e da esso (ignorando le segnalazioni per l’Aroletta) il Bivacco Spataro all’inizio del Plan de la Sabbla e ai piedi del cono detritico che porta al colle. Si risalgono faticosamente questi detriti utilizzando le tracce di discesa lasciate dai rocciatori che frequentano le soprastanti guglie per arrivare alla paretina finale, alta quaranta metri.
Sulla sinistra di questa paretina sale uno stretto canalino, abbastanza faticoso perché spesso bisogna superare tratti lisci.
Conviene portarsi a destra sulla paretina abbastanza appoggiata e ricca di appigli che con facile arrampicata porta al valico.
Di fronte il Trident de Faudery e il foro della Becca Crevaye e tutta la nera catena del Morion.
Il canalino è più semplice in discesa, al suo inizio c’è un ancoraggio per la corda doppia, tecnica di solito non usata dagli escursionisti.
Scendendo chi non ne ha ancora abbastanza di detriti, può lasciare a sinistra il bivacco Spataro e scendere fino ad un pianoro dove si incontrano segni gialli che portano al sentiero per il rifugio.
Ore 3,30 da Ruz.