Aquila (Monte dell') da Omens per la dorsale Ovest

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 790
quota vetta/quota massima (m): 2581
dislivello salita totale (m): 1900

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura
altri : 100% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 14/06/11

località partenza: Omens (Verrès , AO )

cartografia: L'Escursionista - carta dei sentieri n. 12

bibliografia: IvreaAlpi di Matteo Antonicelli

note tecniche:
Gita caratterizzata da un lungo avvicinamento per cresta su una discreta traccia di sentiero, molto più pulita sul versante Dondeuil, mentre sul versante Arnad in qualche punto è poco evidente e sporca da erba, ginestre ed arbusti vari.

La traccia e' presente fino in vetta.
Si trovano segnavia (pochi )di tutti i colori nella parte bassa
Rossi - blu (della A blu) - talvolta gialli - bianchi

descrizione itinerario:
Dalla piazzetta di Omens, percorrere la sterrata del Col Vert, tagliando i tornanti, quando è possibile, dove è ancora presente la traccia della vecchia mulattiera fino ad arrivare al colle. Seguire ora la sterrata fino al suo termine, circa 100 metri dopo l’Alpe Seura; poi inizia un bel sentiero pianeggiante, con ai bordi le tubature dell’acqua, che inizia ad addentrarsi nel Vallone Dondeuil. Dopo circa 400 metri il sentiero inizia a salire dapprima con strette giravolte, poi un po più ampie fino al raggiungimento del colletto di quota 1800 ca ( Colle di Chizzagne). Ora si inizia a percorrere la lunga dorsale, sempre su traccia di sentiero, con tratti in cresta ed altri su ambedue i versanti con alcuni tratti a saliscendi fino a raggiungere la depressione dove sono allocate le baite Champoussin. Dalla depressione si sale in direzione di una croce in legno
-(qui per ritrovare la traccia - talvolta assente- conviene portarsi sulla dorsale dove dopo un po si trovano mini dolmen )
Seguire la traccia sulla dorsale e poi su pendio fino in vetta.
Discesa per la stessa via di salita.