Vittorio Emanuele (Ricovero) da Pontechianale, anello Sentiero Lanzetti, Sentiero Crotto

L'itinerario

difficoltà: BC+ / BC+ / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1600
quota vetta/quota massima (m): 2250
dislivello salita totale (m): 850

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: igor_c
ultima revisione: 12/06/11

località partenza: Pontechianale (Pontechianale , CN )

punti appoggio: Rifugio Savigliano

cartografia: Fraternali 1:25000 n.11 Alta Val Varaita, Alta Val Maira

note tecniche:
Bellissimo anello non troppo lungo ma molto panoramico che permette di esplorare, su spettacolari sentieri, entrambi i versanti dell'alta valle Varaita.
Gita consigliata anche con tempo incerto, in quanto permette in più punti di rientrare velocemente al parcheggio.

Il dislivello indicato è indicativo in quanto ricavato da altimetrie sulle carte e non con ciclocomputer o gps; invito chi dovesse ripercorrere il giro con strumenti per rilevare le quote a correggere il dislivello e inserire il chilometraggio.

descrizione itinerario:
Si parte da Genzana seguendo per poche decine di metri la statale in direzione del confine, per svoltare su ripida strada asfalta a destra seguendo le indicazioni per il rif. Savigliano. Si supera il rifugio e si prosegue sulla strada che dopo qualche ripido tornate diventa a fondo naturale, ignorando un solo bivio a sinistra verso un ripetitore. Si giunge così ad una grangia ove c'è un bivio in cui si svolta a sinistra per strada inerbita in leggera salita in direzione ovest, seguendo le indicazioni 'sentiero Nanni Lanzetti'. Si percorre interamente questa strada che a breve diventa stretto sentiero in mezzo ai prati che taglia a mezzacosta, con alcuni saliscendi, l'intero versante sud del Tre Chiosis (attenzione ad alcuni tratti un po' esposti e qualche guado, inoltre c'è qualche pezzo di salita, brevissimo, non ciclabile).
Con un'ultima discesa, dopo avere toccato la quota 2250m , si scende su stupendo sentiero BC+/S2 sino ad un ponte all'imbocco del vallone di Soustra. Si risale sino alla statale e la si segue in direzione del colle dell'Agnello per qualche centinaio di metri, sino ad un ponticello dove a sinistra stacca il sentiero per il ricovero Vittorio Emanuele: il primissimo tratto non è ciclabile, poi si pedala senza problemi fino al ricovero raggiungibile in pochi minuti dal bivio.
Da qui prendere a sinistra il sentiero che scende, a volte perdendosi per prati ma sempre visibile dall'alto (qualche singolo passaggio OC/S3), fino ad una sterrata che si segue fino a Chianale.
Si entra nel paese e, mantenendo la destra orografica della valle, si imbocca una sterrata che procede verso Pontechianale (sempre sulla destra del Varaita). In breve questa si restringe sempre più diventando sentiero ('sentiero Crotto') che con diversi saliscendi e qualche simpatico passaggio tecnico porta ad incrociare, ormai in vista del lago, la mulattiera che discende dal passo di Fiutrusa, che si segue in discesa sino a Genzana (qualche passaggio decisamente tecnico OC+/S3+).