Barbustel (Rifugio) da Veulla, anello per il Lago Leser

località partenza: Veulla (Champdepraz , AO )

punti appoggio: Rifugio Barbustel 2132 m

cartografia: Valle di Champorcher Parco dell’AVIC n.11 1/25.000 e:l’Escursionista Zavatta o IGC n.9

bibliografia: Parco Naturale Monte Avic di Finco e Zavatta

note tecniche:
Escursione ad anello in uno degli angoli più belli della VdA per i boschi, i laghi, gli scorci montani e i sentieri; tutti ben segnati e evidenti. Anello che percorre (a salire) anche il sentiero n.4, forse uno dei meno frequentati del parco, che offre una visione sul monte Avic, il Ruvic e il Barbeston unici (e il sentiero n.5C al rientro). La meta, Il rif. Barbustel, rimane sempre un posto piacevole per la pausa veloce o per assaporarne l’ospitalità.

descrizione itinerario:
L’escursione ha inizio dall’ampio parcheggio a quota 1210 poco sotto il centro informazioni del parco e Veulla (i parcheggi dinanzi al centro informazioni e a Veulla sono ora riservati (hotel e agriturismo).
Lasciata l'auto inizia la salita sul sentiero n.4 che parte sulla strada cento metri prima del parcheggio (palina indicatrice sent.n.4); da qui si perde un po’ quota per attraversare il torrente e poi risalire decisamente in direzione di Fosse dove a quota 1315m si incrocia la poderale e si prosegue attraversandola.
Un’altra soluzione, per iniziare l’escursione, è quella di percorrere la poderale sul lato opposto dell’arrivo al parcheggio, scendere lievemente e attraversare il torrente (qui è presente un pannello informativo sui sentieri del parco) per proseguire con lieve pendenza sino quota 1315m, dove incrociato il sentiero che proviene da sx, si svolta a dx proseguendo, salendo, sul bel sentiero n.4.
Con una immersione nel bosco si risale senza grossi strappi sino a raggiungere il lago Leser 2011m poco dopo aver incrociato, sulla dx, l’innesto del sentiero n.5 che sale anche esso da Veulla in modo più marcato e percorrendo un lato più a nord del bosco.
Dal lago il sentiero n.4 e 5 sale ora una bastionata molto panoramica (con strapiombi opportunamente protetti) che offre ottimi punti di osservazione oltre che un paio di pannelli informativi sulle cime visibili.
A quota 2110m dalla dx si innesta la variante sentiero 5B che porta con un taglio sul sentiero 5C che scende dal rifugio; e successivamente a quota 2114m, sulla sx, proviene il sentiero che arriva dal colle de la Croix e si raggiunge un’area depressiva e il lago Vallette 2190m e il vicinissimo rifugio Barbustel 2200m.

Il rientro avviene per il sentiero n.5C (il classico di salita al rifugio da Veulla) che porta a perdere rapidamente quota sino ad una area depressiva all’alpe Coucy 2060m (qui sulla sx arriva il sentiero 5A segnalato precedentemente) e si prosegue scendendo un primo lieve balzo per poi raggiungere il balzo (con bei scorci sul lago) che scende decisamente al lago de Servaz 1800m, costeggiato sulla sx org il lago si raggiunge l’Alpe Servaz inferiore. Poco prima dell’alpe sulla dx un sentierino segnalato n.5B porta in breve ai resti dell’antico altoforno.
Dall’alpe Servaz si prosegue su sterrato sino a Veulla, incrociando a quota 1461m, l’area denominata Magazzino, dove sulla dx partono i sentieri per il Lago Gelè e Pra Oursie; successivamente, poco prima di Veulla, a quota 1370m sulla sx diparte il sentiero n.7 e 7B per il Col Varotta e il Barbeston. Di li a poco si raggiunge Veulla e il parcheggio richiudendo il percorso ad anello.