Reggia dei Lapiti Macedonspit

difficoltà: 7a / 6b obbl
esposizione arrampicata: Est
quota base arrampicata (m): 1550
sviluppo arrampicata (m): 90
dislivello avvicinamento (m): 320

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: block65
ultima revisione: 22/05/11

località partenza: Forno Alpi Graie (Groscavallo , TO )

punti appoggio: Albergo Savoia Forno Alpi Graie

cartografia: IGC serie Monti 103

bibliografia: Vallone di Sea un mondo di pietra - M. Blatto

accesso:
Da Forno Alpi Graie seguire la sterrata che si inoltra nel Vallone di Sea, divenendo poi sentiero. Raggiungere quindi il pianoro di Balma Massiet presso il circuito massi di "Polvere di stelle".
Salire sul caratteristico masso piatto con bacheca, scavalcare un blocco addossato a questo e rimontare un masso successivo con breve passaggio di II°. Reperire di qui una serie di ometti sulla pietraia che conducono alla base del settore sinistro della Reggia dei Lapiti.

note tecniche:
Materiale: in posto 15 protezioni tra chiodi a pressione, spit artigianali e chiodi. Friend fino al 3bd, qualche nut. Utile un rinvio rigido per il 3 tiro e cordoni per le soste.

descrizione itinerario:
L'attacco è posto appena a sinistra di "Elementare Watson" (vedere relazione).
L1: un breve gioco di staffe permette di raggiungere una fessura che difende il pulpito di sosta (A1 e 6b e 5c; libera possibile ma chiodi a pressione e protezioni datate); S1 in comune con la nuova sosta di Elementare Watson.
L2: diedro nerastro e spesso umido, repulsivo e atletico 6a e 5c; S2 in comune con Megaloman.
L3: si seguono a sinistra gli spit gialli nella placca con moschettonaggi difficili e passaggi molto duri 6a, 6b, 7a/A0 e 5c in uscita; S4 su piantine

Discesa: dalla cengia superiore dei Lapiti traversare a destra (nord) per 30 metri e reperire le calate di Elementare Watson (2 calate comode)

altre annotazioni:
La via fu attrezzata dall'alto da Gian Carlo Grassi, Paolo Giannattasio, Franco Melina, Elio Bonfanti, Aldo Morittu nel 1989.