Aletschhorn cresta SW per la Oberalteschhutten

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1600
quota vetta/quota massima (m): 4195
dislivello totale (m): 2600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Beppe fly
ultima revisione: 08/05/11

località partenza: Egga (Naters , Brig )

punti appoggio: oberaletschhutte - sac

descrizione itinerario:
Salita al rifugio: Da Egga(1600m)piccola frazione sopra Blatten Naters. Risalire per un sentiero segnalato che porta diretto all'hotel di Belalp (2190). NB: si può anche usare una funivia che parte da Blatten e arriva a Belalp 2094m.
Da l'Hotel di Belalp ci si abbassa per una mulattiera fino a quota 2000m (sentiero esposto quando c'è ancora neve, ma attrezzato con corde fisse). Seguire il sentiero che porta direttamente alla quota 2086m (più presto in stagione conviene abbassarsi per prendere la morena più in basso). Risalire per la morena sino al suo termine (quota 2303m). Scendere una cinquantina di metri per prendere piedi sul ghiacciaio (pendio ripido e scomodo).
Seguire ometti e segni per risalire al meglio l'Oberalteschgletscher fino a sotto il rifugio (quota ca. 2500m). Lasciare gli sci e salire alla Oberalteschhutten per il sentiero attrezzato da cavi e scale.

Salita al Aletschhorn: Risalire l'Oberalteschgletscher riva sinistra (orografica)fino a sotto la quota 2787m dove si gira in direzione E sul ghiacciaio che scende dal Geishorn. Verso 3000m, si prosegue in direzione N sotto le rocce che prolungano la cresta SE dell'Aletschhorn. Verso 3350m si incontra una zona del ghiacciaio molta tormentata, si usa una rampa tra 2 seraccate, per salire prima in direzione NE poi NW. Superato l'ultimo crepaccio ci si dirige quasi in piano in direzione WNW, per giungere alla cresta SW nei pressi della 3736m.
Lasciati gli sci, ci si segue la larga cresta prima per un corto passaggio di roccia, poi per un pendio di neve che si raddrizza per imboccare un canale. Ci si prosegue su roccia (passi di II) per trovare un altro pendio di neve, che ci si risale. Gli ultimi 50m su roccia portano in vetta.
Alcune soste sono attrezzate per eventuali doppie, pali segnano la via nella parte alta.

Osservazioni:
Ai 1700m per salire alla vetta, bisogna aggiungere i 250m da risalire al rientro verso l'Hotel di Belalp.