Frera o Paradiso (Punta) dal Ponte Romano per il Sentiero del Basilisco

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 779
quota vetta/quota massima (m): 1895
dislivello salita totale (m): 1130

copertura rete mobile
vodafone : 90% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 01/05/11

località partenza: Ponte Romano (Castelnuovo Nigra , TO )

cartografia: MU Edizioni Carta della Valle Sacra

note tecniche:
Escursione, che in primavera permette di gustare la salita sul bel Sentiero del Basilisco nel bel verde del bosco e raggiunti i piani di Vasivressa ci si trova immersi nel boom della fioritura dei narcisi: uno spettacolo della natura!
Bella escursione, su buon sentiero fino alla baita Cavannone m. 1447, quindi su prato da pascolo fino alla baita di quota 1603, poi traccia più o meno visibile fino alle baite Valii-Bianc, da queste su ampio sentiero alla curva di quota 1709 della sterrata e su quest’ultima fino al colletto quota 1866, poi per facile cresta fino alla sommità di Punta Frera o Paradiso.
POSSIBILI PRINCIPALI VARIANTI. E’ possibile raggiungere la Punta Frera o Paradiso molto più semplicemente e con molto meno dislivello, circa 450 m., dai pressi dell’Alpe Frera o ancora leggermente più in alto dal tornante quotato 1525, oppure partendo più in basso dall’area attrezzata del Pian delle Nere, quota 1339, o ancora con un percorso ancora più interessante partendo dalla zona del campo sportivo della località Palasot, quota 1038, da dove si risale il bel versante est del Monte Calvo raggiungendo Il Colletto, m. 1274 e da questo punto è anche possibile abbinare la salita al vicinissimo Monte Calvo. In ultimo per gli amanti delle belle camminate su creste e dorsali panoramiche, è consigliabile partendo dalla Cappella della Visitazione, salire la dorsale sud del Monte Calvo, scendere a Il Colletto, risalire fino al tornante di quota 1525, poi percorrere un breve tratto del sentiero n° 913 di Valpiana e risalire lungo la dorsale sud della Punta Frera o Paradiso; in questo caso la difficoltà diventa EE in quanto siamo in presenza di terreno mediamente ripido e senza traccia di sentiero solo qualche sporadico segno di passaggi di animali. Ovviamente, anziché salire la dorsale sud, si può anche continuare a seguire il bel tracciato panoramico del sentiero n° 913 e dopo aver raggiunto la baita Valpiana e la vicina Chiesetta del Paradis, si risale la breve valletta e si raggiunge il colle di quota 1866, ed in breve si tocca la vetta, per fare magari una discesa ad anello lungo la sterrata.

descrizione itinerario:
Parcheggiata l’auto nella piazzola dopo aver attraversato il ponte romano, riattraversare il ponte ed incamminarsi sulla sterrata passando presso la casa Moja d’Giora ed altre baite lungo il percorso fin a giungere al termine della sterrata nei pressi del Rio Vernetti. Attraversarlo ed iniziare a salire su sentiero, dopo poche passi un bivio, prendere a destra, ometto in pietra, ed iniziare a salire la dorsale alberata toccando la baite Sota Inf., La Sota, baite senza nome ed infine Saler ormai fuori dal bosco ed a pochi passi dal pianoro di Vasivressa. Arrivati al pianoro , salire a destra in direzione dell’evidente grande baita del Cavannone. N.B. questo tratto fin’ora descritto è denominato “Sentiero del Basilisco”. Dal retro del Cavannone salire il pendio erboso in direzione del Bric Pistone, giunti alla baita di quota 1603, si prosegue sul retro e dopo una trentina di metri si intercetta una traccia di vecchio sentiero, che piegando un po’ a destra, porta alle baite Valii-Bianc; giunti alla baita inferiore, seguire la mulattiera che in breve raggiunge la sterrata da seguire fino al colletto quotato 1866. Dal colletto seguire la breve cresta e dopo aver superato un paio di gibbosità, giunge alla massima sommità della Punta Frera. Verso est a breve distanza leggermente più in basso c’è una torretta in pietra con palo centrale in ferro dove qualche ignorante ha bruciato diverse coperture d’auto a giudicare dai residui ferrosi e gommosi rimasti sul posto. Discesa per la stessa via di salita.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Frera o Paradiso (Punta) dal Ponte Romano per il Sentiero del Basilisco - (0 km)
Rocce Bianche (Punta di) dal Ponte Romano per il Sentiero del Basilisco - (0 km)
Saint-Jean (Truc) dal Ponte Romano - (0 km)
Santa Elisabetta (Santuario di) dal Ponte Romano, anello per il Sentiero del Basilisco - (0 km)
Verzel (Punta) dal Ponte Romano per il Bric Pistone - (0 km)
Frera (Alpe) e Pian delle Nere dal Ponte Romano, anello per il Sentiero del Basilisco - (0 km)
Pistone (Bric) o La Viltà dal Ponte Romano per il Sentiero del Basilisco - (0 km)
Bersella (Punta) dal Ponte Romano per il Piano dei Francesi - (0 km)
Calvo (Monte) Anello dalla Cappella della Visitazione - (0.6 km)
Calvo (Monte) dalla Cappella della Visitazione - (0.6 km)
Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Vacchetta per la dorsale Est - (0.9 km)
Vallossera o Valle delle Ossa anello per Santa Elisabetta - (1.2 km)
Rocce Bianche (Punta di) da Palasot - (1.4 km)
Bersella o Verdassa (Punta) da Pian del Lupo per le Punte di Quinseina Sud e Nord - (2 km)
Verzel (Punta) e Punta Quinzeina da Santa Elisabetta, anello di cresta - (2 km)
Pistone (Bric) o la Viltà, da Santa Elisabetta per il Piano di Vasivressa - (2.1 km)
Quinzeina o Quinseina (Lago della) da Santa Elisabetta - (2.1 km)
Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta - (2.1 km)
Bersella (Punta) da Pian delle Nere per il Piano dei Francesi - (2.7 km)
Verzel (Punta) dall'Alpe Frera - (2.7 km)
Verzel (Punta) e Punta Quinseina o Quinzeina da Pian delle Nere, anello di Cresta - (2.8 km)
Gran Munt e Monte Lion dal Pian delle Nere - (2.8 km)
Calvo (Monte) da Campo e Pian delle Nere - (2.9 km)
Prafourà (Punta) e Monte Cavallo da Pian della Nere - (3 km)
Frera (Alpe) Anello Santuario di Piova-S. Elisabetta-Alpe Frera - (3.1 km)