Moloch

difficoltà: 7a+ / 6c obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 400
sviluppo arrampicata (m): 180
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: cheko66
ultima revisione: 01/05/11

località partenza: Bodio (Bodio , Leventina )

descrizione itinerario:
Autostrada Chiasso-San Gottardo, uscire a Biasca e proseguire lungo la strada cantonale fino a Bodio. Poco dopo la stazione ferroviaria imboccare una strada a destra in direzione dei campi da tennis. Lasciata l'auto al parcheggio si aggira il centro sportivo seguendo un evidente sentiero segnato a striscie bianco-rosso in direzione dell'evidente pilastro. Raggiunta la nuova falesia di Fratagnoli e co. si costeggia la parete in direzione sud seguendo una traccia fino all'attacco, 10 min.
Via breve (4 lunghezze) ma difficile e selettiva, aperta dal fuoriclasse Dani Arnold (nuovo record di velocità sulla nord dell'Eiger nell'aprile di quest'anno). Obbligatorio impegnativo e protezioni distanziate su roccia ottima. Le prime due lunghezze sono le più difficili.
L1 diedro da integrare, placca e muro aggettante con chiodi essenziali, 6b+, 40 m.
L2 tiro chiave. Fessure sottili da proteggere poi diedro aperto con obbligatorio continuo, 6c expo, quindi chiave con dulfer scontrosa ed atletica, 7a+ fino in sosta, 35 m.
L3 e L4 placche ripide a tacche con chiodatura decisamente più "plaisir" 6b, 40m + 40m. Discesa con 4 calate da 40/50m.