Senggchuppa da Egga per bivacco De Zen

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: ORA / PD   [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Est
quota partenza (m): 1600
quota vetta/quota massima (m): 3606
dislivello totale (m): 2000

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: grivola
ultima revisione: 20/04/11

località partenza: Egga (Simplon , Brig )

punti appoggio: Bivacco De Zen

note tecniche:
Uscita da effettuare con pericolo valanghe decisamente basso a causa della ripidità dei pendii soprastanti il bivacco. Fino al bivacco uscita assolutamente tranquilla, le difficoltà e la fatica si concentrano sui pendii dopo il bivacco.

descrizione itinerario:
Dalla strada del Sempione, all'uscita Simplon Dorf, addentrarsi nel paese. Quando la strada svolta decisamente a sinistra girare invece a destra e proseguire fino a quando, nel bosco, non appare sulla sinistra lo stabilimento della ditta Zenklusen dove si lascia la macchina.
Da qui addentrarsi nella valle, inizialmente sul fondovalle poi risalendo i pendii sulla destra fino a giungere ad una strada. Addentrarsi nella valle fino a quando non si giunge in prossimità di un'evidente morena (in caso di mancanza di neve si può prendere un comodo sentiero che parte dal retro dello stabilimento).
A questo punto proseguire sul fondo del vallone formato dalla morena sulla sinistra e dal fianco della montagna sulla destra; dopo poco il vallone svolta a destra.
Giunti su un tratto quasi pianeggiante puntare al pendio nevoso posto a destra della bastionata rocciosa che argina il ghiacciaio del Fletschhorn. Risalire il pendio e, poco dopo, proseguire su un ampio vallone verso sinistra che conduce al bivacco De Zen. A seconda delle condizioni può essere opportuno, nell'ultimo traverso verso sinistra per raggiungere il bivacco, usare i ramponi.
Al bivacco si tolgono le racchette per calzare i ramponi e poi risalire, stando sulla destra dell'isolotto roccioso che parte in prossimità del bivacco stesso, un ripido, lungo e faticoso pendio. Risalito il pendio per circa 400 m spostarsi sempre più a sinistra (a destra emerge ghiaccio vivo) fino a sbucare sopra un colletto a ridosso della cima. Proseguire poi puntando direttamente verso la croce di vetta.
Ritorno dall'itinerario di salita.