Venezia (Cima) traversata Passo Tonale - Ponte di Legno

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 3290
dislivello totale (m): 850

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura

contributors: pahula
ultima revisione: 11/04/11

località partenza: Passo del Tonale (Ponte di Legno , BS )

punti appoggio: Rifugio Mandròn

cartografia: tabacco n.52 1:25.000

note tecniche:
Traversata da effettuare con gli impianti di risalita aperti per facilitare il raggiungimento del Passo Presena ed il ritorno al Passo del Tonale.
A stagione avanzata si consiglia il pernottamento al Rifugio Mandron. L'itinerario richiede un buon assestatamento del manto.

descrizione itinerario:
Accesso
Raggiungere la Val di Sole attraverso la SS42 e percorrerla in direzione ovest fino al suo termine presso il Passo Tonale. Parcheggiare nell'ampio parcheggio degli Impianti del Ghiacciaio Presena (1878m) poche decine di metri piu' avanti lungo la strada (Provincia di Brescia). Con gli impianti raggiungere il Passo Presena (2997m).

Descrizione
Attenzione: l'itinerario inizia in discesa.
Giunti in cima agli impianti del Ghiacciaio Presena portarsi a sx e risalire brevemente al Passo Presena (m. 2997).
Scendere a dx in direzione Sud-Ovest per abbassarsi presso il lago Mandron (m. 2403).
Dal lago mettere le pelli e proseguire in direzione Sud-Ovest per risalire il pendio che sale piuttosto dolcemente.
Dopo un paio di rampe piu' ripide si raggiungere il Ghiacciaio del Mandronda dove si prosegue in diagonale verso sx lungo un tratto in lieve ascesa (direzione Sud, Sud-Est) per portarsi sul fianco sx del ghiacciaio, attenzione ai seracchi a destra.
Raggiunta quota 2800 circa si sale piegando decisamente a dx (direzione Ovest) aggirando così i contrafforti che scendono verso Est dalla cima del Monte Venezia.
A seconda delle condizioni è possibile aggirare la zona rocciosa al centro della vedretta sulla destra oppure sulla sinitra, con tragitto più lungo ma più agevole.
Risalire il ripido pendio a sinistra del passo, arrivando 20 metri di dislivello sopra al passo stesso.
Raggiungere a piedi la splendida e panoramica cima.

Puntare in direz. Ovest il plateau del ramo principale del ghiacciaio (qualche crepaccio), quindi decisamente verso sud scendere la valle su pendii moderati.
A q.2370 ca. prestare molta attenzione ad un canalino ripido (passaggio obbligato) che si trova sull'estrema destra della bastionata in prossimità delle rocce evidenti (può essere presente neve molto dura)e lungo un centinaio di metri. Senza grossi problemi (con l'attenzione alle possibili scariche di valanghe dai pendii a dx) scendere dapprima su tracce, quindi su sentiero alla destra del torrente.
Con buone condiz. di innevamento si può giungere a Sozzine presso il tornante della strada statale 42 presso Ponte di Legno(q. 1280 m.)
Per chi avesse fatto il "biglietto scialpinisti" degli impianti del Tonale, è possibile raggiungere la pista che dal Passo scende a Ponte di Legno, con una breve seggiovia (Sozzine) portarsi sulle piste che scendono direttamente alla partenza della nuova cabina con cui si ritorna al passo a recuperare l'auto.