Montolivo (Cime sud) dal Vallon du Chaminèyes per il Vallon de l'Autier

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Tutte
quota partenza (m): 1690
quota vetta/quota massima (m): 2761
dislivello totale (m): 1071

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura

contributors: beppevalpaniscia
ultima revisione: 11/04/11

località partenza: Pont du Countet (Belvédère , 06 )

punti appoggio: Refuge de Nice- Relais des Merveilles gite

cartografia: IGN 1:25000 3741 OT Vallèè de la Vesubie

note tecniche:
La cima è situata sullo spartiacque tra la Gordolasque e la Valmasque, in cima al Vallon du Chaminèyes.Per fare questa gita sono necessarie condizioni sicure specialmente nella prima parte lungo il T. Gordolasque.Ad inizio stagione la strada è chiusa poco sopra Sain Grat a circa 1600 m.

descrizione itinerario:
Giunti al Pont du Countet si passa sulla sx orografica, a stagione avanzata si segue la strada dell'EDF fino alla Cascata. Continuando sullo stesso versante si sale fino al famoso Muro degli Italiani,superatolo si va sulla dx orogr. e si raggiunge il Rif. Nizza. Si prosegue in a est entrando nel Vallon de la Fous, lasciando a sx il torrente che scende dal Lac Niré. Il lago si supera sulla sx poi si prosegue cercando di rimanere nel centro del Vallon du Chaminèyes, per evitare eventuali scariche dalle pendici della Tète du Lac Autier e dal Cayre Autier.Ora non rimane che salire alla Basisse du Basto 2693m e percorrere il crinale a sx fino sotto la vetta dove si lasciano gli sci e per pochi metri di ripido pendio o roccette si arriva sulla vetta.
In discesa dalla Baisse du Basto si traversa a sx e si raggiunge la Baisse Niré.Dopo il primo tratto il vallone si divide in due rami, quello di dx attraversa le pendici della Tète du Lac Autier e conduce nel punto di tracimazione del lago passando tra salti di roccia, mentre quello di sx, più marcato termina nella parte alta del lago con un ripido ma ampio canale che bisogna abbandonare in diagonale a dx per non dover spingere fino al punto di tracimazione.Subito dopo il lago si passa sulla sx orografica sopra una briglia e con un lungo traverso sotto le ripide pareti del Cayre Cabrì e dei Rochers de Muffiè si arriva sull'utimo ampio pendio che in stagione avanzata termina su un ampio pianoro poco sopra il piazzale della strada EDF di fondovalle.