Baiardetta (Punta) Classica del gran diedro

L'itinerario

difficoltà: PD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 213
quota vetta (m): 692
dislivello complessivo (m): 479

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: guidogix
ultima revisione: 05/04/11

località partenza: Stazione FFS (Mele , GE )

note tecniche:
ACCESSO.
Dall'uscita di Voltri dell'autostrada Genova-Ventimiglia, svoltare a dx in direzione di Savona. Dopo circa 1 Km ancora a dx, seguendo le indicazioni per il passo del Turchino (SS 456). Proseguire sulla Strada Statale per qualche Km sino a trovare la strada in salita (ancora a dx !) per località Acquasanta (la deviazione, posta leggermente in curva, non è subito evidente: tenete come riferimento una fabbrica cartiera sul lato sx della strada posta poco prima della deviazione).
Si procede su strada stretta sino ad arrivare al piccolo abitato. Da qui a dx su un ponte che porta al santuario (posto sulla sx). Ancora a dx, verso la stazione dove si parcheggia la macchina.

AVVICINAMENTO:
dalla stazione ferroviaria di Acqua­santa (212 m), attraversati i binari, si costeggiano le rotaie verso ovest per circa 150 metri, una variante riprende la mulattiera che conduce al ripiano prativo delle case Pezzolo. Proseguendo sullo sterrato, si giunge alla cinta dell’ultima casa, aggirandola si imboccare il sentiero che porta, pianeggiando, nell’aspro vallone del Rio Baiarda sino ad incontrare a quota 297m un paletto con le indicazioni (20 min.)
Si prosegue a sinistra per punta Martin fino all'attraversamento del bellissimo rio Baiardetta che con vari passi di arrampicata lo si risale fino a giungere ad un evidente ed enorme masso(masso del Ferrante)posto a quota 452 m.
Si prosegue fino a scorgere un enorme ometto posto sul lato opposto del rio che lo si attraversa e con buona traccia di sentiero si continua fino ad incontrare l'evidente placca posta alla nostra destra attrezzata con resinati nuovi e fiammanti dove si inizia ad arrampicare.(55 min.)

descrizione itinerario:
L1 10m III+ (placca di Ubaldo)
Salire leggermente su erba e tornare a sinistra sul sentiero fino a scorgere due resinati di sosta.
L2 30m IV (tre saltini consecutivi)
L3 15m IV (diedrino inferiore)
Per tracce su erba si attraversa per prendere il diedro piu a sinistra spesso umido.
L4 25m IV+ (diedro rosso)
L5 12m III+ da sotto una targa in legno si attraversa a destra per salire lo spigolo fino in sosta.
Su erba salire a destra fino ad un verticale diedro bianco.
L6 10m V (diedro superiore con passo fisico a sinistra.)
L7 25m IV+ (diedro Gozzini)esposto e spettacolare.
Con pochi passi in conserva si giunge alla madonnina e crocifisso di vetta.(692 m.)
DISCESA:Si scende un poco a sinistra fino al sentiero di discesa che con qualche cavo in acciaio porta al punto di partenza poco sopra al masso del Ferrante e da qua con sentiero si torna alla stazione ferroviaria dell'Acquasanta.