Corazza di Nosferatu

L'itinerario

difficoltà: II / 4   [scala difficoltà]
esposizione: Nord
quota base cascata (m): 1550
sviluppo cascata (m): 25
dislivello avvicinamento (m): 350

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: otaner
ultima revisione: 24/05/09

località partenza: Forno Alpi Graie (Groscavallo , TO )

punti appoggio: Albergo Savoia a Forno Alpi graie

cartografia: IGN N. 2 Valli di Lanzo e Moncenisio

bibliografia: Quaderno di Sea

note tecniche:
Da Forno Alpi Graie, raggiungibile da Torino, Val Grande di Lanzo, si attraversa a piedi il ponte oltre l’abitato e ci si inoltra nel Vallone di Sea. La cascata si trova 50 metri sopra il famoso masso di Nosferatu, masso attrezzato a spit.
La prima salita certa e documentata risale al 21 gennaio 1990 da parte di G. Grassi – V. Bruschi – B. Ubaldini – S. Lonina

descrizione itinerario:
la cascata è molto larga, a sinistra si può salire con pendenza inizialmente di 35° che raggiunge i 75° verso l’uscita (difficoltà: D/D+). Qualche metro a destra si può salire con pendenza iniziale di 90°, successivamente di 80° con l’uscita di 70° (difficoltà D+). Al centro vi è la parte più verticale e più continua; la partenza inizia con pendenza di 80° per passare quasi subito a 90° e rimanere tale fino alla sosta su pianta a destra

DISCESA
Calata in corda doppia dalla pianta