Medale (Corna di) Zanetti 2000

difficoltà: 7a+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 400
sviluppo arrampicata (m): 350
dislivello avvicinamento (m): 150

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ilcontevlad
ultima revisione: 21/03/11

località partenza: Rancio (Lecco , LC )

note tecniche:
Una bella via ingiustamente dimenticata.
merita di essere ripresa molto più spesso!!

Ad un primo tiro mal protetto su roccia sporca ne seguono altri 6 ben chiodati su roccia decisamente migliore.

portare 14 rinvii, qualche nut friend fino all'1 BD.

descrizione itinerario:
Relazione presa da una ripetizione 2010 di M. Anghileri e F. Valseschini.

La via parte dalla S1 della via cassin, chiodo con cordino ben visibile 5 mt sopra.

L1. Dritti x diedro sporco e uscire sulla dx, 3 chiodi vecchi, roccia mediocre, 30 m 6a
L2. Spit a sx, placca verticale a gocce, 20 m 6b
L3. Fessura con chiodi e placca. Possibile sosta sotto strapiombino giallo o dopo 10 m di traverso verso sx a pulpito evidente, 30 m 6a
L4. Diedro strapiombante sopra la sosta, uscita bellissima su pulpito a sx in sosta. 6c+ 30 m ben protetto
L5. Ancora diedrino e traverso orizzontale a sx sotto un tetto. 25m 6c+
L6. Dritto x un terzo diedro e superare uno strapiombo con spit e cordone marcio. Uscita verso sx al “bivacco cassin”, lotta con arbusti vari gli ultimi metri. 30 m 7a+
L7. Lunghezza incompiuta, si arresta al 5° spit, dove è presente un moschettone. Parte sulla dx, cordino penzolante. 15m 6b+
Da S6 si prosegue x gli ultimi 5 tiri della via cassin e si scende a piedi x traccia evidente.

Da S3 con una corta doppia si può scappare sulla via cassin, a metà del 4° tiro, oppure ci si può innestare sulla zanetti (come abbiam fatto noi).

Con un 6b risicato si fa, con un 7a tranquillo ci si diverte assai..