Bigorio (Monte) Anello da Bigorio

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 610
quota vetta/quota massima (m): 1188
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
altri : 100% di copertura

contributors: robycam
ultima revisione: 31/01/11

località partenza: Bigorio (Capriasca , Lugano )

punti appoggio: Alpeggio Condra

note tecniche:
Nessuna.

descrizione itinerario:
La strada che da Bigorio in val Colla (Canton Ticino, CH) conduce al Santuario di S. Maria Assunta offre diverse possibilità di parcheggio. Consiglio di posteggiare nei pressi della via Crucis che, ripida, in pochi minuti conduce al Santuario. Dal Santuario un sentiero ben segnato porta all'alpeggio di Condra, caratteristico per le case rurali antiche e ben tenute. Proseguendo in direzione Nord in breve si raggiunge il Monte Bigorio (m.1188) la cui cima è contrassegnata da un poderoso ometto di pietre. Bel panorama sul Luganese e dintorni.
Dalla cima di prosegue sempre in direzione Nord seguendo una strada sterrata (quasi una mulattiera) in leggera discesa fino a raggiungere l'alpeggio di Stinchè, anch'esso tipico del Luganese. In prossimità di un bivio denominato Matro di Stinchè , si prosegue sempre in direzione Nord fino a incontrare sulla sinistra una mulattiera delimitata da una stanga. Si segue la mulattiera entrando in una valletta che conduce, in pochi minuti (10') in vetta alla Cima Lago (m. 1144), caratterizzata da un monumento in ricordo di alcuni battaglioni svizzeri (seconda guerra mondiale).
Ridiscesi al Matro di Stinchè, per il ritorno è possibile:
1) Seguire in direzione opposta (SUD) l'itinerario di salita
2) Tornare a Condra per un bel sentiero poco faticoso e in piano, segnato (Condra, 40 minuti).
Da Condra in circa 20' si raggiunge il santuario e si conclude il percorso ad anello.

Nota:
L'itinerario è percorribile in ogni stagione. Qualche attenzione in più in inverno poco prima della vetta del Bigorio per l'attraversamento di un canalone un pò ripido in particolare in presenza di ghiaccio. Con nebbia fitta e persistente l'attraversamento del Bigorio in direzione Nord richiede attenzione, anche se è difficile perdersi per la presenza di molti punti di riferimento (esempio: fontane, alpeggi, mulattiere, etc.).
Percorso ben conosciuto e frequentato. A inverno avanzato non è infrequente trovare gli alpeggi (Condra, Stinchè) abitati, con possibilità di ricovero e eventuale ristoro.
Nessuna capanna è presente sul percorso.