Platasse (Monte) da Brusà del Plan

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1816
quota vetta/quota massima (m): 3149
dislivello salita totale (m): 1350

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 46% di copertura
tim : 16% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: Andrea72 Andrea81
ultima revisione: 11/09/09

località partenza: Brusà del Plan (Sauze di Cesana , TO )

punti appoggio: nessuno

cartografia: IGC n° 1 - Valli di Susa, Chisone e Germanasca

descrizione itinerario:
Risalire la strada della Valle Argentiera fino allo spiazzo (parcheggio) nei pressi di Brusà del Plan 1816 m.
Ci sono due possibilità: o si segue la carrozzabile cha parte dulla sinistra della cappella oppure ci si dirige in direzione del Rio Colombiere e dopo averlo attraversato si incrocia una traccia che sale lungo la sinistra idrografica del torrente. Inizialmente il sentiero è evidente poi va a perdersi, probabilmente a causa dei dissesti delle recenti alluvioni. Conviene allontanarsi un po' dal margine del ruscello per risalire i pendii nel bosco dove sono meno ripidi. Ci si deve ricordare di ricongiungersi al Rio in corrispondenza del finire degli alberi, cioè allo sbocco del Vallone Colombiere.
Giunti nella piana dove si trovano alcuni fabbricati credo dell'acquedotto e dove giunge una carrozzabile proveniente da Bessen Hautes, si segue fedelmente il sentiero ben evidente, fino al punto in cui il vallone volge a sinistra. Si deve quindi scendere e attraversare il rio per poi risalire sul versante opposto con tracce molto lievi. Si deve puntare alla sella tra il Monte Platasse e le Rocce del Rouit. Se invece non si svolta a sinistra si arriva alla base della pietraia che conduce al Monte Giornalet.
Risaliti quindi per vasti dossi erbosi, si deve puntare alla sella visibile da lontano tenendosi preferibilmente sulla sinistra orografica del valloncello, la traccia è abbastanza visibile solo negli ultimi metri un po' più ripidi sotto il colletto bisogna fare riferimento a degli ometti.
Giunti al colle, abbastanza verticale sul lato della Val Troncea, si sale per cresta ampia ed elementare, oppure per una traccia poco sotto il filo fino alla cima raggiungibile in 15-20 minuti.


Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale