Chersogno (Monte) da Colombata per il versante SO e il Passo del Chersogno

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BRA / F   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1585
quota vetta/quota massima (m): 3026
dislivello totale (m): 1441

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: pr18
ultima revisione: 13/11/10

località partenza: Colombata (Acceglio , CN )

cartografia: IGC 7 - Valli Maira Grana e Stura

note tecniche:
La via scialpinistica descritta da Rosano su “Charamaio”, dopo le Gr. Sagne mt. 2063, fa passare sulla sx idrografica del Rio di Verzio ma è su traverso e con le racchette non è il massimo. Inoltre in quel punto il vallone si restringe ed occorre valutare attentamente la stabilità della neve sui pendii laterali. Si può percorrere il fondo del vallone costeggiando il rio, dove la salita sembra più fattibile, tagliando almeno un pezzo del percorso su scomodi traversi. Noi oggi siamo ancora riusciti a percorrere il sentiero estivo fino a quota 2200, oltre la cengia, percorrendo quindi il lato dx orografico del vallone di Verzio, ma con più neve, occorre restare sulla via scialpinistica. Visto questo punto critico del vallone, lo spostamento, l’esposizione e il dislivello, sarebbe più consigliabile effettuare questa gita ad inizio o a fine stagione, quando la quota neve sia un po’ più elevata almeno da evitare, in caso la neve mollasse, una discesa troppo faticosa. Intanto le racchette sono leggere da portare sullo zaino… Poi ognuno valuti come crede in base alle proprie forze e alla propria esperienza, ma soprattutto, occhio alle condizioni della neve. Picca e ramponi utili in caso di neve dura

descrizione itinerario:
Da Colombata proseguire lungo la strada ed attraversare il ponte sul Rio Mollasco. Proseguire lungo la strada fino alle Gr. Durazza Sottano mt. 2674 e per prati raggiungere le Gr. Durazza Soprano mt. 1815. In leggera ascesa, lungo le tracce di una vecchia mulattiera puntare a nord e ricongiungersi con la strada sterrata e percorrerla in falsopiano inoltrandosi nel Vallone di Verzio.
La via scialpinistica passa a monte delle Gr. Sagne mt. 2063, prosegue lungo la sponda sinistra orografica del rio fino a raggiungere le Gr. Baricocca mt. 2192 e, quando il vallone diventa più ripido, rimonta sulla destra (attenzione alla sicurezza dei ripidi pendii che scendono dalla dorsale Ruissas-Cappel) pervenendo ad una piccola conca (quota mt. 2304). Anziché proseguire lungo il Rio di Verzio, ripido ed incassato, imboccare un valloncello sulla destra e raggiungere il pianoro di quota 2513. Verso est (destra), risalire i ripidi ed ampi pendii che formano in alto due depressioni. Risalire lungo quella di destra che raggiunge successivamente il Passo delle Brune mt. 2846. Volgere a sinistra e con percorso semicircolare, raggiungere il Passo Chersogno dal quale si risale il crestone ovest, inizialmente largo e ripido per terminare affilato e pianeggiante, raggiungendo la vetta sormontata da una grossa croce.