Trucco (Borgata) da Susa, discesa per il sentiero 558

difficoltà: MC / BC+ / S2   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 500
quota vetta/quota massima (m): 1750
dislivello salita totale (m): 1355
lunghezza (km): 24

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 25/10/10

località partenza: Susa (Susa , TO )

punti appoggio: Rifugio il Truc

cartografia: carta IGC 1:50.000 - n° 2 – Valli di Lanzo e Moncenisio

bibliografia: Mountain Bike in Val Susa – Giorgio Schmitz – Mulatero Editore

accesso:
da Torino si raggiunge Susa e si parcheggia nel piazzale della stazione

note tecniche:
La discesa è piuttosto tecnica e impegnativa (1200 metri di dislivello in meno di 6 Km!!!!) e non offre praticamente momenti di respiro, ma risulta ciclabile praticamente al 100%. Solo alcuni brevissimi passaggi sono da fare a piedi. Il fondo è vario, ma prevalentemente pietroso, tipico delle mulattiere della zona.

descrizione itinerario:
Dalla stazione di Susa si costeggia per un tratto la ferrovia, fino ad imboccare la strada asfaltata che risale le pendici del Rocciamelone (seguire sempre le indicazioni per La Riposa). La salita è regolare e con pendenza costante intorno all’8%. Si tralasciano tutti le altre diramazioni e si continua a salire fino al bivio per il Trucco (16 km da Susa - quota 1.750 circa).

Discesa:
Dal bivio si scende rapidamente su comodo sterrato fino a alla bella borgata, posizionata in una splendida radura. Raggiunte le prime case, seguire lo sterrato sulla destra che scende alla ultime case del paese o prendere il sentierino che taglia i primi due tornanti.
Superate le ultime case, mentre la traccia principale (indicazioni GTA) prosegue dritta, imboccare sulla sinistra un evidente sentiero che scende nei boschi di conifere (ora in parte tagliate).
Si continua la discesa senza possibilità di errore, incrociando la strada asfaltata e quindi un paio di strade sterrate, che si attraversano semplicemente e continuando sempre su sentiero si passa per la frazione Seghino fino a sbucare a Susa proprio a fianco del Santuario della Madonna del Rocciamelone, e da qui su asfalto si torna alle auto.