Visch (Parete del) Falesia

difficoltà: 6c+ / 5a obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 900

copertura rete mobile
vodafone : 75% di copertura
tim : 70% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: podina
ultima revisione: 18/10/10

località partenza: Rocceria o Pinasca (Villar Perosa , TO )

punti appoggio: Locanda dei 7 Ponti (Rocceria)

bibliografia: www.caipinasca.it palestre di roccia

note tecniche:
Interessante e recentissimo settore di arrampicata inaugurato domenica 10 ottobre in concomitanza dell'omonimo "Sentiero del Visch",nel Vallone della Gleisassa per la precisione a Grandubbione.
Progetto realizzato dalla collaborazione attiva fra Comunità Montana, Comune di Pinasca e Sezione del Club Alpino di Pinasca, ad incrementare il già notevole numero di siti di arrampicata, pareti e "falesie" disseminate nella zona.
Spero di non fare errori nella trascrizione e di non dimenticare nulla; per maggiori dettagli si consiglia di visitare il sito www.caipinasca.it nel settore "palestre di arrampicata" e troverete ogni ulteriore dettaglio oltre a quanto già mirabilmente riportato sui tabelloni in legno ben realizzati in sito.
Attualmente e vista la recentissima attrezzatura, qualcosa resta ancora da pulire, ma posso assicurare che l'insieme di itinerari è molto bello con attrezzatura "plasir" in un luogo selvaggio e piacevolissimo.
Un complimento ovviamente a tutti gli attrezzatori/apritori per il lavoro fatto.

descrizione itinerario:
La "falesia" che più che una falesia è una bella parete alta un centinaio di metri, si raggiunge comodamente sia dall'alto, e quindi in discesa, in 20 minuti parcheggiando sulla strada sotto il parcheggio dell'Osteria dei 7 Ponti (cartello indicatore "Sentiero del Visch", oppure, più faticosamente dal basso partendo direttamente da Pinasca e seguendo le indicazioni del "Sentiero dei 7 ponti".
Il prato sotto la parete è stato anche ottimamente attrezzato ed in estate il rio alle vostre spalle possiede splendidi e verdissimi "tumpi"...Si è pregati quindi di rispettare i luoghi e la storia antichissima di questi sentieri riportando a casa ogni sorta di rifiuto

Riporto in ordine da sx. verso dx. il nome degli itinerari con più tiri:
2) Via del “Jaluc” - 90 metri (4L) - Obbligatorio 5a (max 5c)
(Luigi, Serena, Franco - Autunno 2010)
3) Via “OrsoGrigioManno” - 90 metri (3L) - Obbligatorio 6a (max 6a)
(Franco, Ermanno, Claudio - Autunno 2010)
4) Via del Coccodrillo - 130 metri (6L) - Obbligatorio 6a+ (max 6c)
(Luigi, Ermanno, Miki, Ezio, William - Estate 2010)
7) Via “Over 50” - 110 metri (5L) - Obbligatorio 6a (max 6b)
(Luigi, Franco, Ermanno, William - Estate 2009)
9) Via “La Baita di Querino” - 80 metri (3L) - Obbligatorio 4b (max 5)
(Luigi, Serena, Daniele - Autunno 2009, Estate 2010)
1 - 5 - 6 - 10) Monotiri
A destra della via del Coccodrillo sono stati chiodati due monotiri: Via “Bagnur Meccanico” - 20 metri – 5c e Via “La 347” - 20 metri – 6a.
Per i più piccoli, a sinistra della via del “Jaluc” è presente la Via dei Puffi – 20 metri – 4.