Diei (Pizzo) e Cistella (Monte) da Varzo

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 570
quota vetta/quota massima (m): 2906
dislivello salita totale (m): 2500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: adrimiglio
ultima revisione: 15/09/10

località partenza: Varzo (Varzo , VB )

punti appoggio: Rifugio Crosta Solcio / Bivacco Leoni Cistella

cartografia: C.N.S.Valle Antigorio 1:50.000 n°275

bibliografia: Alpi Lepontine ( Armelloni) Valle Antigorio ( Crosa Lenz- Frangioni)

note tecniche:
Grazie alla sua ubicazione con il suo spettacolare panorama a 360° e la sua relativa facilità d' accesso è probabilmente la cima cime piu' amata e salita dagli escursionisti ossolani.
Sotto la cima si trova il bivacco Leoni costruito nel 1901 a cura del CAI di Domodossola intitolato al poeta dialettale “Torototela”.
Il Monte Cistella è unito al Pizzo Diei (più alto di 26 m.) dal Piano di Cistella alto che misura circa 900 m,
mentre in direzione sud-est degrada il Piano di Cistella basso, un grande altopiano lungo circa 1 Km e largo 500 m.
Sviluppo planimetrico tot. a/r 22 Km.

descrizione itinerario:
Lasciata l'auto nel piazzale della chiesa di Varzo, proseguire per alcuni minuti sulla strada asfaltata in direzione nord (via Colla), facendo attenzione si possono scorgere i segnavia bianco/rossi. Ad una paletta indicatrice Solcio vicina ad un lavatoio, inizia la mulattiera che percorre la via Crucis fino ad una chiesetta, dietro la stessa prosegue la mulattiera che toccando i vari nuclei abitati conduce fino all'alpe Solcio (1750 m), itinerario tutto segnalato da indicatori in legno recanti la scritta Solcio. Dal rifugio Crosta posto in alto a sx sopra il parcheggio, inoltrarsi nel prato e puntare alle baite in lontananza in direzione nord aggirandole a dx, fino a trovare il sentiero che si inoltra nel vallone di Solcio. Percorrerlo fino alla bocchetta di Solcio (2545 m) poi dalla sella salire a dx (nord/est) l’ ampia dorsale inizialmente molto ripida con successivo traverso nella pietraia seguendo gli abbondanti ometti. Superando una balza rocciosa si ha l' accesso al Piano alto del Cistella arrivando al rifugio Leoni, da cui in pochi minuti si guadagna la cima (le ultime rocce ora sono facilitate da alcune catene).
Dietro il rifugio si stacca la traccia segnalata da numerosi ometti e segni di vernice che attraversando il Piano alto conduce a Ciamporino (tratto estremamente difficoltoso in caso di nebbia) seguirlo fino sotto l' evidente canalone di fine detrito visibile gia dal rifugio, che sale al Pizzo Diei, seguendo la labile traccia o su percorso libero si arriva alla cima. Ritornare al bivacco Leoni e scendere seguendo l' itinerario di salita.