Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona

difficoltà: PD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1760
quota vetta (m): 3130
dislivello complessivo (m): 1370

copertura rete mobile
vodafone : 70% di copertura
tim : 66% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: marcog72
ultima revisione: 31/08/10

località partenza: Claviere (Claviere , TO )

cartografia: Guida Monti d'Italia TCI CAI

bibliografia: Guida Monti d'Italia TCI CAI

vedi anche: http://www.altox.it/ValsusaAlpinismo/AlpinismoPDF/Chaberton.pdf

note tecniche:
Via riattrezzata nel 2003 dagli Alpini di Bousson a ricordo della Guida Alpina di Cesana Mario Perona, scomparso in un incidente in elicottero sulla Punta Ciatagnera.
Sono presenti spit e soste (fix con anello) nei passaggi più impegnativi.
Attrezzatura: corda singola 30 m sufficiente, alcuni rinvii e cordini.
La Guida CAI quota la cresta PD. Altox.it, da cui è tratta la relazione riportata, quota la via D- ma tutte le difficoltà dei passaggi sono oggettivamente sovrastimate di almeno un grado. In pratica i passaggi di arrampicata sono max III e ci sono lunghi tratti camminabili.

descrizione itinerario:
Dalle prime case di Claviere in corrispondenza di una stradina indicazioni per "Batteria Alta" si segue brevemente la stradina che diventa sentiero e supera le barriere paravalanghe salendo con percorso ripido ma ben tracciato verso destra e giungendo alle fortificazioni abbandonate di Batteria Alta 2228 m.
Di qui il sentiero prosegue nel vallone detto Petit Vallon.
Si deve raggiungere il colletto erboso alla base della cresta SE, poco al di sotto della quota 2700 m.
Si attacca il filo di cresta che fa da spartiacque tra il Petit Vallon e la Valle della Ripa, punto iniziale individuabile da una targa commemorativa.
Si devono affrontare quasi da subito passi di III e IV per circa 60 m, poi per 3/4 tiri le difficoltà diminuiscono, ma il terreno friabile richiede la massima attenzione.
Si prosegue su una cresta molto aerea superando passaggi di III, raggiungendo una guglia, che si aggira sulla destra percorrendo una pietraia pianeggiante, giungendo alla base di un canale roccioso sul lato della Ripa. Lo si risale con passi di III e IV, dopodichè si continua sulla sottile cresta con passi un po' più facili (II e III) fino alla cima di una forcella.
Qui ci si deve calare per 10 m (sosta); si risale una placca di IV per 70 m fino ad una sella rocciosa. Con un facile traverso ascendente ora si va ad incontrare la via classica e più facile (F/F+) che sale dalla Batteria Alta contrassegnata da bolli rossi che seguiva il percorso di una antica linea telegrafica, , a circa 100 m di dislivello dalla vetta.
Per facili roccette si giunge sulla vetta.

Discesa per la via normale dal Vallon des Baisses passando dal Colle dello Chaberton o per il versante sud (F/F+, bolli rossi, delicato per il brecciolino).