Urus Este (Nevado) Via Normale

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 3700
quota vetta (m): 5420
dislivello complessivo (m): 1750

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Bubbolotti marcog72
ultima revisione: 11/08/16

località partenza: Cochapampa (Pashpa) (undefined , Carhuaz )

punti appoggio: Rif. Ishinca

cartografia: Alpenvereinskarte Sheet 0/3b - Cordillera Blanca Sud

bibliografia: Brad Johnson - Classic Climbs of the Cordillera Blanca

note tecniche:
Facile ascensione per i meno esperti o per chi sia alla ricerca di acclimatamento per ascensioni piu' impegnative. E' la salita con meno sviluppo dal Rif. Ishinca ma nel primo tratto è molto ripida e può "tagliare le gambe" e "togliere il fiato" a chi è ancora poco acclimatato.

descrizione itinerario:
1° giorno: Da Cochapampa salire al rif. Ishinca.
2° giorno: Dal Rif. Ishinca si segue il cartello che indica il Nevado Urus in direzione Nord, in un primo momento la traccia e' poco visibile ma diviene ben presto bella e larga e difficile da perdere (molti ometti). La traccia sale ripida per circa 700 metri lungo un crestone, si inoltra poi per facili salti di roccia lungo le fasce montonate lasciate dal ritiro del ghiacciaio in direzione di una costola rocciosa che divide in due il ghiacciaio. Si segue il ramo di sx (senso di salita), fino a sbucare su un pianoro che si attraversa in direzione della cima rocciosa. Si tolgono i ramponi e si prosegue per roccette fino alla vetta (qualche breve passo di II grado).
A stagione inoltrata o in anni con scarsi apporti nevosi il ghiacciaio può presentarsi secco e conviene allora salire il rampo di dx.
Discesa per lo stesso itinerario o imboccando l'altro ramo del ghiacciaio.
Salita 5 ore, discesa 3 ore.