Aquila (la Croix d') da les Combes per il Col de la Trancoulette

sentiero tipo,n°,segnavia: segni gialli fino al colle, poi segni blu
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 2450
dislivello salita totale (m): 650

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 40% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: valanga Andrea81
ultima revisione: 08/08/10

località partenza: les Combes (Puy-Saint-André , 05 )

punti appoggio: Puy Chalvin

accesso:
Da Briançon, si scende alla parte bassa del paese seguendo per Gap; in corrispondenza del secondo semaforo che si incontra (il primo è quello in corrispondenza della zona commerciale, si devia subito a destra (cartello poco evidente) per Puy Saint Andrè e Puy Saint Pierre. Raggiunto Puy Saint Andrè si prosegue ancora oltre fino a Puy Chalvin, da dovevolendo allungare la gita è possibile partire, altrimenti si prosegue per l’unica strada che dopo le ultime case diventa sterrata (buone condizioni). La si percorre per 5 km passando un’area picnic e poi raggiungendo il borgo di les Combes. Lo si supera e 500 m dopo si incontra uno spiazzo sterrato, dove si parcheggia.

note tecniche:
Piacevole itinerario, breve ma molto panoramico su tutta la conca di Briancon e oltre. Percorso finale di cresta con brevi roccette.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio oltre les Combes si prosegue lungo la sterrata per alcune centinaia di metri, fino all’area picnic all’inizio dell’area naturale dei Partias. Qui sio tralascia la strada che prosegue a destra (verso il comprensorio sciistico di Serre Chevalier-Prorel) per continuare oltre la staccionata sbarrata, lungo una pista forestale. Dopo una decina di minuti si incontra un bivio con indicazioni scritte su un masso, occorre continuare a sinistra in salita seguendo l’indicazione Col de la Trancoulette. Poco dopo la strada diventa sentiero, che sale regolare nel bosco di larici toccando una sorgente, e poco dopo con un traverso si entra in una bellissima radura. Qui si piega a sinistra, risalendo la radura per poi imboccare il canalone che proviene dal Col de la Trancoulette, che si raggiunge comodamente 2291 m.
Dal colle si apre un bellissimo scenario, e a sinistra si scorge la lunga cresta con la Croix de l’Aquila come punto culminante.
Si continua quindi a sinistra, a mezza costa su bella traccia di sentiero tagliando le pendici della Roche Jaune per guadagnare una sella erbosa con una recinzione per il bestiame. Non resta che seguire integralmente la dorsale, prima con un tratto più ripido e poi in falsopiano fino all’anticima. Da qui si scende di poco ad un intaglio sotto la cima (si può notare una netta spaccatura fra le rocce), e risalendo il breve tratto erboso si arriva alle roccette che precedono la croce, che si raggiunge con un breve passaggio un po’ aereo.
Discesa dallo stesso itinerario di salita, eventualmente dal colle si può salire anche la Roche Jaune, senza sentieri segnalati ma per tracce sul ripido pendio erboso.