Brennero-Danubio (Donauworth) per l'Innradweg e la Via Claudia Augusta (Romantische Strasse)

difficoltà: TC+ / TC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1377
dislivello salita totale (m): 1320
lunghezza (km): 340

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: mountain
ultima revisione: 06/08/10

località partenza: Passo del Brennero (Gries am Brenner , Innsbruck-Land )

punti appoggio: Gasthof varie sul percorso

cartografia: It.ri Esterbauer (Innradweg; Rom.che Str.sse); freytag & berndt

bibliografia: vari siti Romantische Strasse-Via Claudia Augusta

note tecniche:
Interessante itinerario che parte dal confine italiano (Passo del Brennero), scende ad Innsbruck, sale fino all'Hahntennjock per scendere lungo il Lech fino al Danubio.
Comodo accesso e ritorno in treno.

descrizione itinerario:
1^ Tappa – dal Passo del Brennero ad Innsbruck (Km. 45)
Tappa di partenza quasi tutta in discesa, fattibile facilmente anche solo al pomeriggio qualora si giungesse tardi al Passo Brennero.
Al Passo del Brennero (1377 m) raggiungibile in treno o in auto (facile possibilità di parcheggio) entrare in territorio austriaco ed iniziare la lunga e bella discesa verso Innsbruck. Si percorrono nella maggior parte tratti della vecchia strada statale poco trafficata ed appena è possibile si utilizzano le stradine che deviano nei vari piccoli insediamenti e le piste laterali delle aziende agricole e di esbosco. All'inizio la discesa è alquanto sostenuta, mentre nell'attraversamento dei paesini intermedi (Gries, Steinach, Matrei) è abbastanza in falsopiano, per ritornare di nuovo ripida scendendo verso Innsbruck. Nell’ultima parte è interessante deviare da Igls dove vi è il trampolino olimpico e passare ai graziosi Sistrans e Aldrans, prima di scendere e raggiungere il centro di Innsbruck (m. 574).
Ad Innsbruck è interessante percorrere (tratti con bici a mano) la Via Marie Therese ed il centro storico dove spicca il tetto d'oro (Goldenes Deck), per portarsi poi lungo l’Inn dove i percorsi ciclabili sono numerosi. Facile pernottamento e buon trattamento nelle Gasthof a prezzi contenuti, spostandosi in periferia.

2^ Tappa – da Innsbruck ad Imst (Km. 65)
Tappa che percorre un tratto dell’Innradweg ottimamente segnalato
(carta dettagliata freytag & berndt –
http://www.freytagberndt.at/rtc-freytagberndt/de_DE/893/DETAIL/1022976/center/1/rk_2_innradweg.html
Il percorso è in leggera salita, quasi impercettibile; si inizia uscendo ad ovest di Innsbruck percorrendo la sponda sinistra idr. dell’Inn; si passa nei pressi dell’aeroporto, ad Inzing si passa sull’altra sponda per ritornare di nuovo dall’altra prima dell’abitato di Silz, per proseguire poi fino a raggiungere Imst (m 827); consigliabile il pernottamento alla Gasthof Neuner.

3^ Tappa – da Imst a Fussen passando per l’Hahntennjoch (Km. 75)
Tappa impegnativa che prevede inizialmente dalla parte alta di Imst (deviazione a sinistra) la salita in una splendida vallata fino al Passo Hahntennjoch (m 1.894) che in un tratto ha la pendenza massima del 15% (possibilità di navetta con pulmino fino al colle – info ad Imst), seguito da una entusiasmante discesa fino a Elmen (m 884) entrando così nella Lechtal.
Si prosegue poi sulle piste ciclabili della Romantische Strasse (che prosegue fino a Wurzburg – ottime e dettagliate le guide cartografiche della Esterbauer) che corrono sulle sponde del fiume Lech passando per Stanzach, Weissenbach, Reutte (possibilità di pernottamento), si entra in Germania per giungere fino a Fussen m. 808) (prenotare in anticipo il pernottamento poiché è la zona dei castelli e dei laghi ed è molto frequentata).

4^ Tappa – da Fussen visita ai castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau e proseguimento per Schongau (Km 55)
Da Fussen su una bella e frequentata pista ciclabile si raggiungono i due famosi castelli del Re Ludwig II di Baviera (per Neuschwanstein una bella salita finale comunque pedalabile - per visitarli prenotare il giorno prima – parcheggiare le bici con catena e lucchetto) ed i bellissimi laghi vicini.
Proseguire la pedalata percorrendo la Via Claudia Augusta (il percorso è illustrato su vari siti) lungo il tranquillo e splendido paesaggio collinare dell’Allgau occidentale con laghi, verdi foreste, attraversando pittoreschi borghi agricoli per raggiungere Schongau (m 726), una città ricca di storia, come testimoniano le sue imponenti mura.

5^ Tappa – da Schongau a Landsberg am Lech (Km. 45)
Tappa tranquilla in splendido paesaggio sempre verdissimo tra foreste, zone coltivate, cascine, collinette e scorci panoramici sul Lech, con alcune interessanti chiuse per sfruttare l’energia dei salti d’acqua.
Lungo il percorso da non perdere la visita all’antica basilica romanica di San Michele ed al museo romano di Epfach.
Si giunge a Landsberg am Lech (m 585 ) adagiata lungo il corso dell’omonimo fiume con un ponte soprastante una barriera di scolmamento sul corso d’acqua, con bellissima porta sulle antiche mura e interessante e vivace centro.

6^ Tappa – da Landsberg am Lech ad Ausburg (Km. 45)
Si prosegue lungo il fiume Lech raggiungendo Koninsbrunn sempre sulla la Via Claudia Augusta.
Continuano i paesaggi sempre verdissimi, tra zone coltivate, cascine e piccoli borghi, fino a raggiungere la vivace Augsburg (m 450) dove è da visitare il Duomo ed primo esempio di edilizia popolare del mondo: il famoso quartiere del 1500, La Fuggerei.

7^ tappa da Ausburg a Donauworth (Km. 53)
Da Ausburg si continua sempre sulla Via Claudia Augusta a breve distanza dalle sponde del fiume Lech.su zone di pineta poi di campagna agricola tra campi di frumento, mais, rape e carote e sempre in questo ambiente si giunge facilmente a Donauworth (m 410), città sul Danubio caratteristica per le casette colorate in tonalità’ pastello.

Rientro in treno al Brennero via Ausburg-Mounchen-Innsbruck.