Claus (Testa del) Sperone ovest

L'itinerario

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 2000
quota vetta (m): 2889
dislivello complessivo (m): 900

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura
altri : 60% di copertura

contributors: IA902
ultima revisione: 29/07/10

località partenza: Isola 2000 (Valdeblore , 06 )

bibliografia: Les Alpes Marittime - J.P. Gass

note tecniche:
Prima ascensione: M. Andries et J. Gounand, il 5 settembre 1971.
Sviluppo: 300 m
Materiale: fettucce, nut e friend
Tipo di roccia: gneiss granitoide

Avvicinamento: parcheggiare l'auto a Isola 2000 nei pressi dell’hotel Diva. Dirigersi verso est in direzione di un bacino idrico,quindi seguire il sentiero che sale al col Mercière. Dal colle seguire un sentiero sulla sinistra che conduce al lago di Tavel. Risalire il vallone verso nord, seguendo la traccia che conduce al passo delle Lause, fino a raggiungere la parete ovest della Testa del Claus, posta sulla destra della vallata (2 h). L’attacco della via è a circa una quarantina di metri sulla sinistra del punto più basso dello sperone ovest

descrizione itinerario:
Itinerario:
L1: salire un camino (spit visibile) quindi delle rocce gradinate (IV + V).
L2: continuare in un camino (V), poi più facilmente seguire un canale roccioso. Sosta a sinistra del canale
L3: attraversare il canale verso destra e risalire su roccia instabile fino al filo di cresta (IV) dove si trova la sosta 3.
L4: seguire lo sperone (IV +).
L5: Forzare un camino e seguire il filo dello sperone sulla sinistra (V).
L6: continuare sul filo di cresta fino a raggiungere un terrazzino, quindi per placca inclinata fino alla sosta (V).
L7: superare un camino (IV) giungendo in cima ad un gendarme, seguire orizzontalmente la cresta fino ad un intaglio
L8: ritornare sul filo dello sperone, salire pochi metri a sinistra,quindi di nuovo sul filo (V).Sosta pochi metri a sinistra in una macchia chiara.
L9: a sinistra della sosta, salire un camino, poi traversare orizzontalmente sfruttando un’evidente sporgenza (V), quindi su terreno più facile si raggiunge la cima

Discesa: a piedi, dirigersi verso sud est e raggiungere l’evidente Passo delle Portette, quindi scendere per un canale roccioso fino a raggiungere il lago di Tavel dove ci si collega con il sentiero dell’andata (2,30 ore)