Pelerins (Aiguille de) Nostradamus

difficoltà: 6c+ / 6b+ obbl
esposizione arrampicata: Varie
quota base arrampicata (m): 2900
sviluppo arrampicata (m): 650
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: riccardo.olliveri
ultima revisione: 20/07/10

località partenza: plan des aiguilles (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: chamonix

bibliografia: monte bianco anni 90

note tecniche:
Con le relazioni di Piola e Bassanini alla mano la via si trova, ma è molto da ricercare! Sulla parete qua e là ci sono chiodi e cordoni, talune volte fuorvianti!

descrizione itinerario:
Dalla terminale si attacca bene su roccia, traversando a dx.

L1 Dapprima fessura, poi rampa ascendente a dx
L2 La lama da salire non è quella più a dx né quella lievemente a sx della sosta in cui si vedono alcuni chiodi ma quella dritta che sembra molto larga. (qui un friend 3 ½ non guasta!)
L3 facile traverso a dx
L4 Il primo tiro duro della via: sembrano esserci 2 possibilità di passaggio, seguire quella più bassa a dx, passo difficile in strapiombo poi placca obbligatoria con knife blade
L5 abbastanza evidente
L6 diedro lama con passo difficile fino ad uno spuntone con cordone
L7 traversare nettamente a dx poi rientrare man mano a sx salendo fino ad un terrazzo
L8 diedro verso sx arrotondato, dove diventa rampa salire a dx in fessura (quella di destra) per altri 30m fino ad una sosta con nut e chiodo sotto un muro all’apparenza liscio
L9 difficile tiro su fessura sottile e muri con qualche lichene: nuts utili, tiro da 50m sosta su bel terrazzo
L10 Fessura evidente, dove biforca stare a sx e proseguire prima in un bel diedro poi su qualche blocco instabile fino alla cengia mediana
L11 trasferimento su cengia mediana per 40m fino alla base di un tetto bianco
L12 guardate bene L13: è il diedro lama evidente, per arrivare alla base scegliete la strada più facile! Se riuscite a trovarla ed a sfalsare bene le corde questi 2 tiri si possono unire.
L13 è il corto diedro, noi abbiamo deciso di saltare la sosta e fare ancora il primo passo del tiro di 6c+ superando il primo spit (se così si può chiamare) e sostare alla base dello strapiombo. Passo obbligatorio in placca per arrivare ed andar via dallo spit.
L14 è la lunghezza con l’obbligatorio della via, i chiodi sono in posto, per arrivare al 2° spit ed andar via invece bisogna scalare!!
L15 la sofferenza! Un interminabile diedro muschioso e non così facile da proteggere lungo 50m, traversino a dx della sosta e su dritto fino alla sosta
L16 fessura, difficile all’inizio (esser parsimoniosi coi friends), poi gradone e nuova fessura verso dx larga (anche qui il3 ½ che non avevamo non sarebbe guastato!)
L17 tiro gradinato verso dx 60m
L18 ubliquo a sx fino alla fessura più evidente e su per 60m
L19 seguire la fessura fino in cima 60m, poi volendo proseguire di conserva per altri 30m fino al filo di cresta.
L20 raggiunger la sommità per il filo di cresta