Mt Louis Gmoser route

L'itinerario

difficoltà: TD-   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1460
quota vetta (m): 2682
dislivello complessivo (m): 600

copertura rete mobile
altri : 40% di copertura

contributors: Maledia
ultima revisione: 09/07/10

località partenza: Banff (Banff , Division No. 15 )

bibliografia: Selected climbs in the canadian rockies

descrizione itinerario:
Mt Louis e' forse l'itinerario alpinistico piu' interessante nella area di Banff (Alberta, Canada). Fu scalato per la prima volta dalla guida austriaca Kain e clienti nel 1916 e rappresento' all'epoca una scalata di riferimento in Nord America con passaggi fino al IV+.

La via gmoser invece fu scalata da Hans Gmoser nel 1956. Gmoser era una guida svizzera, ed fu uno dei fondatori del ACMG Association of canadian mountain guides in Canmore.
Lo stesso Gmoser scalo' altre vie classiche in zona come la via direttissima in Yamnuska ed altre nelle bagaboos.

Descrizione della via:

Attacco:

Percorrere il sentiero per Edith pass per 5/6 km fino a giungere alla base di vaste placche inclinate. Attaccare in corrispondenza di un grosso diedro (gmoser corner) che conduce ai due terzi superiori della via.

Via:

La via non e’ attrezzata. Indispensabili cams, nuts, martello e qualche chiodo.

Da L1 a L4
Salire le placche inclinate, difficilmente proteggibili (qualche micro cam, e nuts possono andare) in direzione del diedro.
L1 = 5.6 (IV+)
L2 a L4 = 5.5 / 5.4 (IV-)

L5 = lunghezza del diedro, bellissimo tiro di corda e ben proteggibile. 2 chiodi, 50m, 5.8 (V+)

da L6 a L8: seguire un canalino per i primi metri e spostarsi a sinistra su uno spigolo appena possibile. Continuare sullo spigolo e spostarsi sempre a sinistra fino a ricongiungersi con la via Kain. (5.5 / IV)

da L9 a L12:
Qui l'itinerario diventa difficile da seguire, non essendo attrezzato. Continuare sul facile e giungere all'intersecarsi di due canalini/camini, Noi abbiamo seguito quello di sinistra e ci ha portati bene fino alla grande cengia sommitale. Abbiamo visto dei chiodi in via e ci ha riassicurato di essere in via. (non piu' di IV)

L13 = La lunghezza si chiama Perren variation. Seguire una bellissima fessura a fianco di un largo camino. La fessura e' in placca ben appigliata e molto verticale, ma molti chiodi in posto. Prende anche cams e nuts. Continuare per una intera lunghezza di 60m fino a due chiodi per una sosta. Fessure a fianco per integrare. (5.7 / V)

L14 = Arrampicare ancora per un breve tratto fino alla cresta sommitale (III).

Discesa:

6 doppie sulla via (50m). Dopo la terza doppia si giunge su una grande cengia ed occorre risalire verso un intaglio della cresta a sinistra per continuare con le doppie.

tempo stimato: Il libro da 12 ore ma per noi e’ stato 16 ore per il fatto che occorre attrezzarsi ogni sosta.