Verra (Rocca di) Spigolo SE Via dei Tach o del Lago Blu

difficoltà: 5c / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2300
sviluppo arrampicata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 700

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Giovanni De Rosa RobyF
ultima revisione: 15/10/12

località partenza: St Jacques (Ayas , AO )

cartografia: Cervino-MattterHorn e MOnte Rosa carta 5 Istituto Geografico Centrale

bibliografia: Val d' Ayas Alpinismo ed Escursionismo di Giorgio Merlo/Rivista della Montagna n.199 anno 1997

note tecniche:
Via Obert.
Itinerario classico e tecnicamente non difficile ma che richiede discreta attenzione per la particolarità della roccia: tratti solidi alternati a settori friabili.

descrizione itinerario:
Dal Lago Blu si sale un pendio ripido con qualche traccia di sentiero. Si attacca alla base di un canalone (all' altezza di una gola o ampia fenditura della parete). La via consta di otto tiri che si articolano fra placche, risalti erbosi e piccoli muri verticali. In linea di massima: sotto al grande strapiombo nero in cima al canale ci si dirige verso sinistra su terrazzo (1 spit di sosta). Con tre tiri (5b, 5c, 5b) si raggiunge la base di uno spigolo. Da qui per tre tiri (5c, 3a, 5b) si ascende lievemente verso destra ed infine si sale in diagonale (occhio ad allungare le protezioni) fino alla base di un diedro (sosta a sx su terrazza erbosa). Un tiro (5c) fino ad un terrazzino sotto ad un tetto e da lì con breve tiro fino al pianoro sommitale (4a).
Le soste sono ben attrezzate anche per le doppie, con vecchi spit neri da 8 mm a cui è stato aggiunto ( o sostituito) un nuovo spit da 10. Sono presenti, nei punti necessari anche alcuni spit di via.
Tre o quattro friend medio piccoli e qualche cordino potrebbero possono risultare utili ( si ribadisce che si tratta di un terreno a tratti friabile).
Dal piccolo pianoro sommitale si sale per un centinaio di metri e si comincia a scendere obliquando verso sinistra ( faccia a valle ) superando un paio di canali detrici. Con percorso non obbligato, su pratoni ripidi, si perviene al Pian di Verra Inferiore. Oppure in doppia saltando S5 e S0 (corde da 60m).