Gran San Pietro (Torre del) Diedro rosso

L'itinerario

difficoltà: D   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1960
quota vetta (m): 3692
dislivello complessivo (m): 1750

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: dinoru
ultima revisione: 28/06/10

località partenza: Lago del Teleccio (Locana , TO )

punti appoggio: Rifugio Pontese, Bivacco Carpano

note tecniche:
Inizio arrampicata dal colle del teleccio.
La via si trova a destra della già descritta cresta est sud est . In realtà volevamo fare quella ma ci siamo accorti subito, dalle difficoltà incontrate, che l’avevamo cannata. Così abbiamo salito la parte che ci pareva più bella.

descrizione itinerario:
Risalire il canalone iniziando ad arrampicare 100 metri più in alto rispetto alla parte più bassa del primo torrione. Salita in conserva per 100 metri di II +, con uscita su cengia nevosa.
Spostarsi a destra dietro una grossa lama staccata e iniziare a salire dritti la placconata poco proteggibile ( meglio avere qualche chiodo piatto) fino a raggiungere una grossa lama sulla
sinistra per uscire sulla platò sovrastante (III + con passo di V), 50 metri. Tratto in conserva x
80 metri di misto (II). Salire dritti e poi poco a sinistra per arrivare alla base di un diedro rosso.
Continuare per due tiri da 40 metri su questo spettacolare diedro rosso pieno di fessure e spuntoni
( IV con passi di V). Sostare su un piccolo terrazzino e andare a prendere un altro diedro sulla destra che risale per 30 metri ( IV con passo di V) Attenzione a un blocco instabile. Uscita sul tetto superiore poco sotto la cima. Ultimo tiro in comune con la via della cresta Est-Sudest con un passo di V con un chiodo su posto. Le soste sono tutte da fare su friend o spuntoni, bisogna muoversi su tutto il percorso in maniera abbastanza delicata per pietre poco stabili. Se fatto a inizio stagione, le cenge sono innevate.
Discesa: con l’innevamento trovato si sono aggiunte delle difficoltà per via del mancato rigelo notturno e della neve marcia. Dalla croce con due doppie siamo scesi seguendo la cresta nord
fino a affacciarci sul colletto ed arrivarci poi con una doppia da 60. Da qui con una doppia da 60
siamo scesi nel canale dal lato della Valleile e poi proseguito la discesa con picozza e ramponi.
Sconsigliato per via delle numerose slavine che abbiamo visto su tutti i versanti. Diversamente
seguendo la cresta ci saremmo tirati dietro di peggio.
Sulla via non vi è nulla, servono friends medi e nuts e eventualmente qualche chiodo