Giasson (Becca di) via Normale da Usellières

difficoltà: F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1770
quota vetta (m): 3215
dislivello complessivo (m): 1450

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura

contributors: gianmario55
ultima revisione: 28/06/10

località partenza: Usellières (Valgrisenche , AO )

punti appoggio: Rifugio Epée

cartografia: I.G.C. 1.25000 n. 102 Valsavarenche, Val di Rheme, Valgrisenche

bibliografia: Guida C.A.I.-T.C.I. Alpi Graie Centrali

note tecniche:
La salita non presenta alcuna difficoltà ma, comportando l'attraversamento di un ghiacciaio che può essere crepacciato, si è preferito classificarla F.

descrizione itinerario:
Risalita la Valgrisenche seguire la strada che costeggia il Lago sulla sua sinistra orografica fino a raggiungere Usellières.
Da Usellières seguire le indicazioni (strada poderale) per i Rifugi Bezzi ed Epée. Ad una curva svoltare a sinistra (indicazioni per Rif. Epée e Bivacco Ravelli; segnavia 9A e 10).
Dopo circa 1 kM si incontra sulla destra un bivio che permette di salire, su splendido sentiero, attraverso un bosco di larici secolari, giungendo all'Alpe di Mont Forciaz, m. 2180.
Tralasciare la traccia per il Rif. Epée e seguire il segnavia 10 che, alternando tratti più pianeggianti a strappi più ripidi giunge nei pressi di alcuni cartelli indicatori. Seguire le indicazioni per il Rif. Bezzi, in leggera discesa, fino a giungere nei pressi di un ponticello.
Qui si presentano due possibilità:
a) seguire sulla sinistra segni gialli ed ometti raggiungendo un pianoro detritico tra le due morene del Ghiacciaio dell'Invergnan e da qui superare la morena sinistra orografica per poi scenderla dal lato opposto;
b)attraversare il torrente glaciale sul ponticello e poi risalire il vallone detritico tenendosi sempre alla destra (salendo) della morena sinistra orografica del Ghiacciaio dell'Invergnan.
Raggiunta la parte bassa del valloncello formato dalla morena e dalle propaggini meridionali della Becca Refreita salire in direzione Sud Est fino a portarsi sul Ghiacciaio di Giasson. Risalirlo badando ai crepacci in direzione della ben visibile vetta.
Giunti sotto di questa si può, in funzione delle condizioni, risalire direttamente in direzione della cresta oppure raggiungere sulla sinistra il Colle e da questo, per ampia ed elementare cresta, raggiungere la cima.