Saroun (Alpe) da Borney, anello per la Cappella Kiri

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 1050
quota vetta/quota massima (m): 1800
dislivello salita totale (m): 750

copertura rete mobile
vodafone : 73% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 21/06/10

località partenza: Borney (Fontainemore , AO )

cartografia: Basse Valli d’Ayas e Gressoney n.12 ed: L’Escursionista-Zavatta - IGC n. 9 (non aggiornate con la poderale e sentiero)

bibliografia: Le Valli del Monte Rosa – ed:L’Escursionista-Zavatta pag. 187 (non aggiornato il numero del sentiero)

note tecniche:
EE da Saroun a Brenghia.
Bell’itinerario ad anello con partenza da Borney su una bella mulattiera e su bel sentiero nel bosco scorci su orridi e dirupi. Escursione adatta per primavera autunno.
La parte di risalita di questo anello rende giustizia alla devastazione che ha avuto il versante del lato di rientro (del Kiri) dalla poderale che sale fino a Prial inferiore.

descrizione itinerario:
In valle di Gressoney superato Fontainemore svoltare a sx (tornante stretto) con indicazioni Core Pariassa Borney e Palestra di roccia; si sale sino a superare Borney e si parcheggia in prossimità della palestra di roccia omonima 1050m.

Di qui si risale la strada asfaltata per qualche centinai di metri (possibili brevi tagli) sino a Foy 1097m dove sulla dx è segnalato tramite palina il sentiero “n.1A Saroun 1h30’”; si percorre la bella mulattiera siano a raggiungere Rounginè 1303m (appena fuori vi è una bella vasca incisa in una unica pietra). Per un tratto diviene sentiero e supera facilmente due torrenti e due profonde gorge (senza problemi) e ridiventa una bella mulattiera realizzata maestralmente, che lambendo un paio di baite porta senza indugiare alla radura e pietraia della bella alpe Saron 1601m (notevole il dirupo che si trova a nord dell’alpe).
Si prosegue ora su sentiero non più numerato che sale attraversando la piccola pietraia a sx dell’alpe passando nei pressi di una baita al limite del rado bosco e procede ora in direzione sud est prendendo lievemente quota attraversa un paio di torrentelli e raggiunge l’isolata baita Fedeial (Federale) 1687m.

Qui la cartografia non indica più alcun sentiero, ma da poco è stato ripristinato un nuovo tratto che prosegue sempre in direzione sud est e a tratte sale decisamente tra bassa vegetazione e rododendri sino a raggiungere la radura (ed uscire dal bosco) appena sopra l’alpe Brenghia 1794m. (nel versante del Kiri).

Da qui il panorama spazia liberamente e si individua la sottostante poderale che la si percorre o per tagli si raggiunge la cappella del Kiri 1650m (San Pietro in Vincoli) passando dall’alpe Champas 1690m.
Dalla cappella del Kiri, sul frontale, è ben individuabile il sentiero n.1 che scende decisamente, attraversando più volte la poderale e le località di Kiry 1550m, Coulot con la chiesa di s.m. Maddalena 1447m, Cara 1230m e Trounpoy 1100m.
Siamo ormai nei pressi del parcheggio che si può raggiungere percorrendo al poderale (sterrato) oppure proseguendo per il sentiero n.1 e di li pochissimo, quando lambisce lo sterrato (ometto e varco nel muretto a sx) deviare sullo sterrato (non proseguire per il sentiero sino a Borney altrimenti occorre poi risalire sull’asfalto sino all’auto) e in poco più di 200m si raggiunge la palestra di roccia e il parcheggio chiudendo l’escursione ad anello).
Tempi medi totale: 4h- 4h30’.