Ceresa (Miniere di) da Ceresa, anello

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 1452
dislivello salita totale (m): 450

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 03/05/10

località partenza: Ceresa (Ribordone , TO )

cartografia: Carta della Valle Soana n.05 1:20000 ed: MU edizioni

accesso:
Dalla statale della valle Orco a Sparone si svolta (passando il paese verso nord) per Ribordone percorrendo l’omonima valle sino a poco prima di Sparone dove si trovano le indicazioni per svoltare a sx e salire a Ceresa dove termina la strada e si parcheggia.

note tecniche:
Interessante escursione alla scoperta delle antiche miniere di Ceresa, percorrendo un anello su sentiero sempre ben segnato, ripido ma mai problematico.
La zona dove si svolge l’escursione è situata in una valle laterale dell’Orco dove sono nascosti insediamenti sparsi in ogni luogo che si prestasse ad ospitare fabbricati e campetti da coltivare, ma anche attività estrattive: le miniere! anch’esse abbarbicate sulle pendici dei monti e lontane ore di cammino dai fondovalle.

descrizione itinerario:
L’escursione parte da Ceresa sul retro della chiesetta di S. Anna a quota 983m per il sentiero ben segnato e indicato con cartello “cima Loit e miniere” sino a quota 1120m dove (poco prima di arrivare al bella pozza d’acqua chiamata Pozza di Gisulai) accorre svoltare a dx sul sentiero che porta, con una decisa e costante elevazione, a passare dai ruderi delle baite Trempia’d Varsiniasi 1184m sino ad arrivare alle gallerie delle miniere poste su tre piani 1400m circa, in parte visitabili, consigliato torcia e caschetto.
A quota 1350m circa sulla dx vi è un piccolo sentiero che porta ad una piccola miniera poco profonda nel cui interno si può osservare un camino verticale, probabile sondaggio della vena mineraria.
Dalla miniera di Ceresa si prosegue salendo un brevissimo tratto che porta alla Bocchetta Caramia 1452m da dove si prosegue riscendendo per l’evidente sentiero sulla sx nel vallone del Rio Vasario dove di li a poco 1372m si trova la miniera di Caramia caratterizzata da un doppio ingresso.
Dopo la visita si prosegue sul sentiero e a quota 1232m si passa nei pressi della Ca’ Bianca per proseguire senza incertezze sino a Vasario 1000m; dove superate le prima case si svolta a dx in direzione sud ovest e all’uscita delle case parte il sentiero in piano che percorre un traverso sino a Creresa dove raggiunta la chiesetta di s. Anna si chiude l’anello dell’escursione. (tempo medio di percorrenza 2-2,30h).

altre annotazioni:
Add on:
1 - visita alla miniera Branciai: dal bivio a quota 1120m superato la Pozza Gisulai, su esile sentiero, si può raggiungere in pochi minuti la miniera di Branciai 1212m; ampia ma poco profonda (chiusa nella parte terminale) (30’).
2 - visita alla miniera di Bumbe: da Vasario salendo l’ampio sentiero che punta a nord per l’Uja d’Ingria dove a quota 1340m sulla dx a bordo sentiero si trovano i due ingressi delle miniere di Bumbe (segnalate da un cartello sulla sx del sentiero). Occorre porre attenzione all’ingresso della miniera dove vi è una rude passerella sopra ad un pozzo parzialmente ricoperto! (1h).