Lemma (Cima di) da Tartano

difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1210
quota vetta/quota massima (m): 2348
dislivello totale (m): 1138

copertura rete mobile
tim : 60% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: xxx_20040114
ultima revisione: 27/03/10

località partenza: Tartano (Tartano , SO )

note tecniche:
In pieno inverno, data l'esposizione, la neve è quasi sempre farinosa. Non presenta pericoli se si esclude il tratto subito a valle della Casera Porcile.
Colico-Morbegno. Da Morbegno proseguire ancora per 5 km e, prima del ponte sull'Adda, svoltare a destra per imboccare la strada della Val Tàrtano (TCI f. 5).
Normalmente si può salire a anche oltre Tartano.

descrizione itinerario:
Da Tartano seguire la carrozzabile che si immette nella Valle Lunga.
Fino alla frazione Piana (1269 m), e sovente oltre, la strada è quasi sempre percorrinile in auto. Proseguire sempre sul fondo valle tenendosi costantemente sulla destra idrografica del torrente.
Il tratto ripido e boscoso alla testata della valle si supera sulla sinistra (salendo), attraversando il canalone sottostante la Cima Vallocci (pericolo di valanghe!).
Si raggiunge in breve la Casera Porcile (1803 m) da dove, con direzione sud ovest, si arriva, per splendidi pendii, al Passo di Tàrtano (2108 m) dominato da una gran croce.
Per raggiungere la vetta si segue la cresta tenendosi sul versante bergamasco; poiché questo tratto può rivestire qualche pericolo data l'esposizione, si consiglia, prima del passo, di costeggiare il versante nord della Cima di Lemma per immettersi così nell'ampio vallone a nord ovest della vetta.
Risalito il vallone, si tocca la sella aperta sulla cresta ovest a pochi metri dalla cima.

discesa:
Per l'itinerario di salita.
Tranne che in primavera o con neve scorrevole è sconsigliabile la discesa lungo la Val di Lemma (pericolo di valanghe per molti tratti) e la Val Corta.