Cruvin (Punta) o Cruin da Grange

L'itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1380
quota vetta/quota massima (m): 2698
dislivello totale (m): 1253

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: dade81
ultima revisione: 19/03/10

località partenza: Grange (Condove , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Val Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli

note tecniche:
Il tratto finale presenta una pendenza sostenuta, in caso di neve dura aumentano le difficoltà.
Necessarie condizioni di assoluta sicurezza.

descrizione itinerario:
Da Grange (piazzola di parcheggio mt. 1.380) passare alle vicine case Crosatto e continuare sulla mulattiera a saliscendi che entra nel Vallone del Gravio, passare alla fonte Noitolera mt. 1.355 dove si inizia a salire; dopo un boschetto di noccioli, quando la mulattiera inizia a zizagare mt. 1.450, uscire a sinistra su prati aperti, passare all'Alpe Ghet mt. 1.515 (dove arriva la sterrata da Prato del Rio) e proseguire nella stessa direzione sulla sponda sx idr. passare all'Alpe Colombere mt. 1.595 e raggiungere la successiva Alpe Praburet mt. 1.778.
Proseguire in piano ed entrare nel solco del vallone e risalirlo; qualora in corrispondenza della Rocca del Prete una strettoia incassata fosse difficoltosa da superare tenersi un pò più alti sulla sponda dx idr. passando su una cengetta; raggiungere un anfiteatro che si apre a ventaglio (se in condizioni è possibile la salita nel canale del Colle della Forcola ed alla spalla est della Lunella mt. 2.638) e proseguire fino a raggiungere un ripiano a quota 2.200. Continuare verso ovest per dossi ed avvallamenti avvicinandosi alla cresta sud della punta Cruvin; proseguire poi in traverso a destra su pendii via via più sostenuti raggiungendo la vetta.
Con buone condizioni di stabilità del manto nevoso, dal ripiano 2.200 è più interessante salire un bellissimo pendio in direzione della Punta Lunella prendendo come riferimento tre grossi massi posti quasi sulla sommità della rampa; dopo averli superati uscire a destra su una spalletta al di sopra di quota 2.444 dove si incontra una bella valletta orientata ad est che porta al colletto immediatamente a nord-est della punta Cruvin; raggiunto il colletto, salendo i brevi pendii di sinistra si perviene alla vetta del Cruvin.
Dalla spalletta sopra quota 2.444 è anche possibile raggiungere direttamente la quota sciistica 2.668 (già recensita come Punta Lunella) salendo alcuni canaletti sostenuti per poi proseguire a piedi verso la vicina Punta Lunella mt. 2.771.
In discesa valutando attentamente le condizioni di stabilità è possibile scegliersi a proprio piacimento l'itinerario più congeniale per le proprie capacità. Al di sotto della gola e fino all'altezza dell'Alpe Ghet è possibile scendere su entrambe le sponde del vallone per poi andare ad imboccare la mulattiera.