Quinzeina o Quinseina (Punta Nord) da Berchiotto

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1162
quota vetta/quota massima (m): 2344
dislivello totale (m): 1182

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 17/03/10

località partenza: Berchiotto (Frassinetto , TO )

cartografia: Valle Sacra n.04 1:20000 ed: MU Edizioni

note tecniche:
Escursione non banale ma molto bella e panoramica,con discreto sviluppo, da fare solo in condizioni ottimali del manto nevoso.

descrizione itinerario:
Raggiunto Frassinetto, sopra Pont Canavese, si prosegue per Berchiotto fino a raggiungere la chiesa di San Rocco 1162m dove in inverno inizia il tratto di strada non più pulito.
Si parcheggia nei pressi della chiesa (attenzione sul piazzale è divieto di parcheggio …. deve girare il pullman!).
L’escursione ha inizio percorrendo poche decine di metri la strada e all’altezza della palina in legno che segnala a dx l’inizio del sentiero n.651 (AVC) per la Quinseina e indica 3h come tempo di percorrenza.
Si risale su un tratto di poderale e poco prima dei tralicci delle antenne si sale sulla sx sino a raggiungere un traliccio dell’elettrodotto, nei pressi del pianoro di Pian Col 1349m (dove su una roccia è scolpita una grande aquila). Si sale ancora qualche decina di metri e di qui il tracciato (sentiero) percorre un traverso a sx in direzione est sino a raggiungere l’alpe Roci 1450m; di qui si risale la cresta dir nord est sino all’alpe Colli 1714m. Si procede ora in direzione est sino all’alpe Pian Gimente 1878m e poi ancora (aggirando delle rocce) si raggiunge l’ultimo alpeggio sul percorso l’alpe Lago 2066m (dove, procedendo sulla sx, poco distante di lì si trovava il lago Quinseina 2037m ora solo più effimero).
Si prosegue superando l’alpe per raggiungere la dorsale che salendo in direzione nord porta a superare un paio di pendii ripidi e il pendio finale sotto la Punta Quinseina 2344m. Il rientro per la traccia di salita.

Due sono i punti da superare con attenzione (dipendenti dalle condizioni dell’innevamento) il primo il traverso da sopra l’alpe Col all’alpe Roci, potrebbe formarsi un passaggio molto esposto; il secondo, sono i due decisi pendii finali da affrontare (di petto) solo se in ottime condizioni e facendo attenzione alla dx le possibili cornici. Tempo medio in salita 3h30’.