Grand Ferrand Via dei Chorum Olimpique

L'itinerario

tipo itinerario: itinerario complesso
difficoltà: / 5.2 / E4   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1216
quota vetta/quota massima (m): 2758
dislivello totale (m): 1600

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: bumbumbormida
ultima revisione: 15/03/10

località partenza: Grand Villard (Saint-Disdier , 05 )

note tecniche:
Itinerari magnifico unico nel suo genere, si percorre la montagna al suo interno, se ne esce, ri rientra in grotte verglassate e si sbuca in punta. Merita già la sola salita. La difficoltà sta nel trovarlo in buone condizioni nei passaggi stretti ed obbligati.

descrizione itinerario:
Accesso: Briancon, Gap, Corps, St.Didier, Grand Villard.

Descrizione itinerario:
dall’abitato di Grand Villard (1216 mslm) reperire la strada forestale che, tenendosi sul lato sx di un costone a balze porta con percorso agevole alla Capanna Pastorale (1515 mslm), risalire il soprastante valloncello tra radi arbusti e piegare verso sx verso il vallone che si intuisce oltre una dolce spalla nevosa. Entrare in traverso nel Vallone del Grand Ferrand chiuso in testa dalla parete est del Grand Ferrand. Risalirlo con percorso agevole fino al ripiano a quota 2174 mslm da cui è visibile la parete est e l’ingresso delle grotte che costituiscono la Via dei Chorum Olimpique. Scendere un centinaio di metri indirezione del conoide e risalirlo fino al suo culmine.
Risalire la prima grotta via via più ripida e superare con andamento sinuoso una strettoia che accede al fondo superiore del primo cratere (45°max), uscire per una rampa esposta in pieno sud sulla dx (50° max, occhio a neve dura ed eventuale presenza di ghiaccio). Risalire il pendio fino alla cengia mediana sotto un grosso strapiombo verso sx (40-45°), poi a sx a reperire il secondo Chorum (45°) fin sotto una strettoia dove spesso occorre superare alcuni metri di risalto misto (o rampa stretta per buon innevamento) sotto tre magnifici archi che fondano su una colonna (20m, 50°/55° max). Reperire verso sx la rampa di uscita (50° poi 45°) e quindi verso sx sul facile pianoro sommitale.
Itinerario stupendo, anche solo da risalire, che gode a giusto titolo di una buona frequentazione. Attenzione a chi sale/scende per non lapidarsi nelle grotte vere raccolte di tutto quello che viene dall’alto. Discesa per l’itinerario di salita (300m, 45/55° max, 5.2 E4). Oppure versante sud e poi boucle per il Pas de la Cloche (4.1).