Sirio, Nero, Pistono (Laghi) Anello da Chiaverano

difficoltà: T   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 308
quota vetta/quota massima (m): 308
dislivello salita totale (m): 150

copertura rete mobile
wind : 100% di copertura
vodafone : 90% di copertura
tim : 80% di copertura

contributors: franco@A
ultima revisione: 08/03/10

località partenza: Bacciana (Chiaverano , TO )

punti appoggio: Locanda delle Vigne

cartografia: Cinque laghi d’Ivrea n.01 1:25000 ed: MUedizioni - Ivrea Biella e Bassa VdA n.9 1:50.000 ed: IGC

bibliografia: Dalle Vigne agli Stambecchi di Valente e Orso ed:CDA

note tecniche:
La zona dei Cinque Laghi della Serra di Ivrea è un ambiente prevalentemente collinare, caratterizzato da clima mite e terreno fertile e di notevole interesse geologico, naturalistico e faunistico. Zona ideale per immergersi con passeggiate tra laghi, boschi e vigneti.
Molti i percorsi e le varianti possibili nel definire un percorso, qui viene riportato un interessante anello che permette di visitare tre dei cinque laghi della zona; in particolare il lago Sirio, il lago Nero e il Lago Pistono.
I percorsi sono ben segnalati e i sentieri sempre ben mantenuti, diversi sono i punti di partenza possibili tutti ben visibili e muniti di bacheca con itinerari, informazioni sul percorso e tempi; quello qui proposto parte dalla loc Bacciana di Chiaverano.

descrizione itinerario:
L’itinerario ha inizio in Località Bacciana di Chiaverano che si raggiunge da Ivrea seguendo le indicazioni per il Lago Sirio e superato lo chalet Moia e il ristorante il Cigno (sulla strada che sale a Chiaverano) ad un centinaio di metri dal ristorante si trova sulla sx una strada con indicazione Bacciana appena imboccata è possibile parcheggiare.

Da qui si sale pochi metri ed inizia la sterrata che si percorre sulla dx sino al primo bivio dove si trascura la svolta a sx per proseguire sulla dx con indicazione per Bienca e Acquedotto Romano, i percorso ora si svolge su sentiero ciottolato (si passa accanto ai resti dell’acquedotto segnalato da pannello) e trascurando il prossimo bivio a sx (all’altezza di un pilone votivo), si prosegue a dx passando dietro ad una costruzione in direzione nord dove il percorso diviene sentiero sterrato sino a superare un rio e raggiungere un incrocio di sentieri in prossimità del Maresco di Bienca. Qui si trascura il sentiero che svolta deciso a dx e anche quello che prosegue di fronte, per svoltare a sx (dx org del rio) per un tratto piano e poi in lieve discesa che diviene ben presto nuovamente ciottolato.
Si supera un bel tratto sino a passare tra casali e raggiungere un incrocio su asfalto dove vi è una palina che indica di svoltare a dx per salire al lago Nero (1h30). Si prosegue sino a raggiungere una lieve salita e il un bivio a V si procede a dx su un tratto di strada asfaltata che costeggia il lato est del lago Nero sino all’unica casa posta in riva la Lago che si supera aggirandola sul retro e costeggiando la riva nord del lago. Raggiunto il prossimo bivio si trascura la svolta a dx per Biò e tenendo la sx si completa il giro del lago attraverso il sentiero che rimonta il lieve dislivello sino a raggiungere nuovamente il bivio a V. Poco prima del bivio è presente un roccione (roc del pian d’audarela) dove è facile salirvi e godere della visione dell’intero lago (+30’).
Concluso il giro del lago nero si ritornati sul percorso sino al primo bivio (sulla strada asfaltata) svoltando a sx e dopo un breve tratto (è presente un pilone votivo) si svolta a sx verso “le terre Ballerine” e il Lago Pistono e di lì a poco si trascura il sentiero di sx per proseguire costeggiando il lago di Pistono. Si passa ora sul retro della Locanda delle Vigne e salendo per il sentiero (che percorre il lato est del lago Pistono) si incontrano sulla sx un paio di bellissimi punti panoramici sul lago e il castello di Montalto. Si prosegue tenendo sempre la dx (trascurando un sentiero a sx) sino a raggiungere la chiesetta di Santa Croce (posta al cento di un incrocio) e si prosegue sulla sx passando tra la vigne a sx e un paio di villette a dx; al prossimo bivio si svolta a sx salendo la stradina che per un tratto diviene più stretta e ciottolata (+45’). Raggiunta la sommità della collinetta al borgo Trucco si scende sino alla prossimo incrocio dove si trova la chiesetta di S. Pietro Martire e si svolta decisamente sulla sx per la strada asfaltata (tra due alti muraglioni) che con un tratto in discesa porta a costeggiare il lago Sirio sino a bordo lago all’altezza del ristorate il Vecchio Cipresso. Superato il quale sulla sx si nota una casa con muri vistosamente pendenti e appena superata si trova sul sentiero a sx che ci porterà all’ultimo bivio al quale teniamo la dx e salendo lievemente si raggiunge l’auto richiudendo la passeggiata ad anello (+45’) (tot 3h30’ da passeggiata).