Odla di Cisles Parete sud - Fessura Dulfer

difficoltà: TD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 2080
quota vetta (m): 2780
dislivello complessivo (m): 350

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura

contributors: Paolo71
ultima revisione: 21/02/10

località partenza: Rifugio Firenze (Santa Cristina Valgardena , BZ )

punti appoggio: Rifugio Firenze

bibliografia: Odle - Puez - Tourin Club italiano

note tecniche:
Materiale d'arrampicata, una serie completa di nut e friends. Qualche fettuccia.

descrizione itinerario:
Pervenuti al Rifugio Firenze tramite cabinovia o molto meglio a piedi per riscaldarsi, si vvà verso NW itinerario 13 sotto le Fermede, prendendo come punto di riferimento l'ampio canalone che divide l'Odla de Cisles da Sass de Mesdì, si risale per rocce rotte e zone prative l'ampio canalone (Canale del Diavolo), avendo cura di salire sul lato destro (salendo), porre attenzione all'attacco si trova perpendicolare ad una grotta che è anche la base della prima sosta. Le prime 3 lunghezze salgono direttamente in quella che è la prosecuzione del Camino del Diavolo senza itinerario obbligatorio, in ogni caso salendo si trova 1 chiodo di via; e dal basso all'attacco si vede una fettuccia verde nella grotta (prima sosta) (diff. IV; V-; IV). Superare la grotta sul labbro destro e si traversa subito a sinistra con 3 lunghezze per arrivare alla fessura (110 m, II, III, IV). La fessura inizia facilmente poi diventa più impegnativa (2 tiri di V continuo e faticoso poi IV +; IV). Si continua nella fessura ora dura e molto faticosa (2 lunghezze V+ continuo e forse passaggi di VI-), attenzione in via presente un solo chiodo, subito alla partenza di queste 2 lunghezze è possibile piazzare un friend del n° 3 nella fessura da fare alla Dulfer, (veramente dura e faticosa).La via prosegue ancora con una lunghezza di V- a seguire l'ultima lunghezza con il tiro chiave di V+: VI- continuo dove è possibile fare un A0 ma con molta fatica. Si perviene così alla cresta SW dove con 5 lunghezze (III) si arriva all'anticima e in breve alla cima.