Chaiserstuel Traversata da Bannalp per la Isenthal con rientro per il Sinsgä

tipo itinerario: altro
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 2400
dislivello totale (m): 1400

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: casale
ultima revisione: 25/01/10

località partenza: St.Jakob (Isenthal , Uri )

cartografia: Mappe: Swisstopo 1191 Engelberg Swisstopo 245 Stans Swisstopo 37 Brünigpass

bibliografia: Regione: Alpi Urane Nidwalden Svizzera

note tecniche:
Chaiserstuel: In traversata da Bannalp per la Isenthal con rientro per il Sinsgäuer.Dislivello minimo il primo giorno se si usufruisce della piccola funivia. La risalita del secondo giorno è in un vallone solivo.

Splendido giro ad anello da effettuarsi solo con ottime condizioni di visibilità. Si incontrano tutte le esposizioni. La discesa dal Bannalper Schonegg va affrontata solo con ottime condizioni di sicurezza.

W, SW, W, NE, N, E

descrizione itinerario:
SchoneggGiorno 1: Da Fell seguire la pista verso Sinsgäu attraversare un ponticello e proseguire su un ampio dosso in direzione E, passando per Ober Spis (1198m), Schwand, Boden e la Haghütte (1500m, cartello indicatore). Da qui il sentiero compie un ampio giro (S poi NW infine NE) addentrandosi nel ripido bosco di pini compiendo un mezza costa sotto i pendii N del Bründli (1718m) per uscire sul dosso (S3 per 100 m) del Nätshboden (1793m) punto di arrivo di uno skilift ad ancora. Da qui occorre scendere 80m in direzione NW per arrivare all’arrivo della funivia ed alla Chrüzhütte (1713m). In alternativa con un taglio su un ripido pendio in direzione E in 10’ è possibile arrivare alla Bergasthaus Urnerstafel (1690m) circa cento metri sopra il Bannalpsee (1587m).
Giorno 2: Dalla Chrüzhütte portarsi alla Bergasthaus Urnerstafel e da qui alle baite di Fulenwasser (1815m; proseguire in direzione ENE, seguendo un dosso e rimanendo sul lato destro orografico del vallone, puntando alla sella 2250m del Bannalper Schonegg (cartello indicatore). Da qui seguendo la facile cresta in sci si arriva in cima (NNW poi NNE).
Discesa: Nella Isenthal: tornati al colle al colle puntare a NE sui pendii di Oberberg evitando sulla sinistra la fascia rocciosa di Sulz passando per una baita 2026m arrivo di un piccola teleferica di servizio. Scendere senza itinerario obbligato i pendii SE dell’Oberalper Grat arrivando alle baite quotate 1784m. Infilarsi nella vallettadi Gossalp in direzione E passando per Ober Rüti ed Alt Rüti. Da qui seguire l’ampia mulattiera che passando per Chimiboden (1206m) e Rüti (1002m) porta Saint Jakob (960m). Da qui prendere la piccola funivia che porta a Gitshenen (1550m), partenze ogni 30’, 8 posti, 8CHF.
Risalita: Da Gitshenen occorre rimettere le pelli e risalire la Sulztal: dapprima in direzione NW a mezza costa fino a 1600m, poi in direzione W fino ad una baita (1754m) e da qui si prende un dosso (N), ripido negli ultimi 40m, che porta al Singäuser Schonegg (1915m).
Discesa 2: Dalla sella si scende a Oberrickenbach per il Rinderstafel mantenendosi sui pendii S, SW della valle superando la prima fascia boscosa di pini sulla destra oppure affrontando i ripidi e stretti canalini (S4 per 100m) che portano nei pressi della Haghütte e quindi all’itinerario di salita.